★ Sinfonia n. 3, Čajkovskij - coreografi polacchi ..

                                     

★ Sinfonia n. 3 (Čajkovskij)

La Sinfonia n. 3 in d major, op. 29, il polacco è stato composto da Pëtr Ilič Čajkovskij, tra il giugno e lagosto del 1875, e fu eseguita per la prima volta a Mosca il 19 novembre dello stesso anno.

                                     

1. Storia della composizione. (History of the composition)

Tchaikovsky ha iniziato a comporre la sua terza sinfonia ospite dellamico Vladimir Šilovskij, a cui lopera è dedicata, in Usovo, nel giugno del 1875, e completato nel mese di agosto. Questa sinfonia si distingue nella produzione del compositore, per due motivi: è lunico ad essere tanto maggiore se si esclude lincompiuta Symphony in e-flat major, ed è anche lunico ad essere composto da cinque movimenti. Lopera venne eseguita per la prima volta a Mosca il 7 19 novembre 1875, sotto la direzione di Nikolaj Rubinštejn, in occasione del primo concerto della stagione della Società musicale russa. Sembra che si cominciò a chiamare il polacco di questa sinfonia, in occasione della sua prima performance nel Regno Unito, nel 1899, in riferimento ai ritmi di danze polacche presenti nellultimo movimento. Il pubblico occidentale, a causa del tipo di utilizzo fatto da Fryderyk Chopin, giocato questa finale come un simbolo della causa per lindipendenza della polonia, mentre in realtà nella Russia zarista questa coda la musica, invece, è stato usato per celebrare la dinastia dei Romanov. Nel 1961, il coreografo George Balanchine usato la terza sinfonia di Tchaikovsky per la sezione Diamanti del suo balletto Gioielli, come un omaggio allImpero russo e Marius Petipa, omettendo il movimento iniziale.

                                     

2. La struttura della composizione. (The structure of the composition)

  • III movimento, Andante elegiaco. La canzone dipinge un quadro puramente bucolico per rappresentare luoghi conosciuti, nei suoi viaggi di Čajkovskij. Pezzo molto amabile, cantabile, in cui la band e archi, che dominano la scena. Chiusura un po cupo del movimento. Con il secondo movimento è senza dubbio il più riuscito.
  • V movimento, Finale. Allegro con fuoco Tempo di polacca. Dopo linizio della quasi maestoso in tutta la band, il movimento è privo di iniziativa, non è molto liscia e arido di idee, come del resto è tutta la sinfonia. Una canzone che dura nel tempo della fine, danza polacca allegro con fuoco quando si fanno sentire i timpani, lottone e la band.
  • Il quarto movimento, Scherzo. Allegro vivo. Lingresso dei fiati dà limpressione è fatta di movimento. Questo scherzo è presentato con qualche lieve pizzicato, ed è molto vivo nella parte conclusiva.
  • Il secondo movimento, in tedesco. Allegro moderato e semplice. Si tratta di un pezzo leggero, sfuggente, conforme quellarte, a lungo termine, che il maestro farà propria, arricchendola, nei balletti delle sue fiabe. Tecnica ammirevole e il movimento scorrevole che rende questo pezzo, il migliore in assoluto della sinfonia con il successivo terzo movimento.
  • Il movimento, Introduzione e Allegro. Moderato assai Tempo di marcia funebre. Inizio quasi in sordina, è animata subito dopo dallentrata dellottone, accompagnato dagli archi, quasi una marcia funebre viene ripreso il movimento, dallorchestra. Il tema è quindi affidata ai venti e i boschi, che si conclude con un crescendo orchestrale allegro brillante finale, in un ritorno di ottone.

Anche gli utenti hanno cercato:

sinfonia n. 3 (čajkovskij), coreografi polacchi. sinfonia n. 3 (čajkovskij),

Dizionario

Traduzione