★ Frano Alfirević - poeti jugoslavi ..

                                     

★ Frano Alfirević

Fran Alfirević era nato a Zara al momento austro-ungarico, 11 settembre 1903, figlio di Josip, un impiegato, e Lucia.

Ha studiato prima a Ragusa e Cattaro, più tardi, la letteratura latina, e slavistica presso luniversità di Zagabria e di Parigi.

Nel 1934 ha vissuto a Grenoble, in Bretagna, dove ha studiato la vita dei pescatori di bretagna e ha scritto articoli su di loro, ottenendo premi e riconoscimenti per il loro impegno.

Ha lavorato come professore di ginnasio al Trebigne, Sarajevo, Belgrado, Zemun, e Zagabria.

Ha scritto poesie, saggi, libri di viaggio e recensioni per numerose riviste e quotidiani come il Mlada Jugoslavija Giovani Jugoslavia, 1922-1923, Orkan Uragano, 1923-1924, Vedrina Serenità, 1924, Misao pensiero, 1925-1929, Demokrata democratici, 1927, Prosvjeta Istruzione, 1935, 1936, 1939, Jugoslavija, Jugoslavia, 1940, Nova Hrvatska Nuova Croazia, 1944.

Tra le raccolte di poesie menzionamo: Poesie, Pjesme, 1934, il Mare e la città di gran lunga Più, daleki gradovi, 1941, Brani scelti Izabrane pjesme, 1952, in cui i temi principali sono stati il mare, i paesaggi delle città costiere e bosniaco, e sono stati caratterizzati da intimità, lintrospezione serena e confessionale, e i toni elegiaci.

Alfirević esprimere poeticamente sentimenti, a volte, lansia e la delusione di fronte al vasto mondo che è per lui un ambiente di sofferenza e di dolore, e si manifesta una poetica malinconia e la nostalgia per la lirica e meditativa.

Il testo è pieno di note dolenti, ispirato da "langoscia dellhotel", dalla "angoscia del circo", dalla "angoscia del serraglio", dalla "langoscia della mia".

Il poeta, rendendosi conto della sua impotenza, è comune a tutti gli uomini, che sono "minuscole. come mendicanti prima che il resto della realtà", si sentiva abbandonato e sembrava avere paura, perché nel mondo ci sono molti uomini, le città le donne", ma tutto è destinato a rimanere "sinistramente sconosciuto".

Alfirević notato segni di sofferenza ovunque nel mondo creato, negli occhi di animali come asini che trasportano pesante così nelle mani dei marinai, gli alberi, le località costiere in bosnia.

Alfirević dimostrato di essere un sognatore, e in questo senso egli ha scritto che "i sognatori muoiono di fame, avendo vissuto i sogni, e la vita va avanti indifferente come la marcia funebre".

Il recupero di forme più tradizionali della poesia, così come le influenze dellespressionismo e narrativa, sono stati fondamentali per il suo stile poetico.

Nella letteratura di viaggio, Viaggi nel mondo, e saggi Putopisi il eseji, 1942, ha descritto le bellezze di Mateševo, trovare una similitudine tra il paesaggio reale e spirituale.

Egli si dedicò alla traduzione di opere di letteratura italiana, tra i quali Giuseppe Ungaretti, Luigi Pirandello, Giacomo Leopardi, e del francese, come quella di Pierre Loti, Paul Valéry.

Fran Alfirević morto a Zagabria il 2 febbraio 1956.

                                     

1. Funziona. (It works)

Poesie. (Poems)

  • Poesie, Pjesme, 1934. (Poems, Pjesme, 1934)
  • Il mare e la città di gran lunga Più, daleki gradovi, 1941.
  • Brani scelti Izabrane pjesme, 1952.

Prosa e saggi. (Prose and essays)

  • Viaggiare nel mondo e saggi Putopisi il eseji, 1942.
  • Prosa. Opere in prosa selezionato Proza. Izabrani prozni per la raccolta radovi, 1956.

Anche gli utenti hanno cercato:

frano alfirević, poeti jugoslavi. frano alfirević,

Dizionario

Traduzione
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →