★ La grande strada - Lodissea di Montecassino - attori polacchi ..

                                     

★ La grande strada - Lodissea di Montecassino

La grande strada - Lodissea di monte cassino è un film di guerra, 1946, diretto dal regista polacco Michał Waszyński in collaborazione con Vittorio Cottafavi.

Il film è fatto da sfondo alle riprese originali dellesercito polacco durante la seconda guerra mondiale, mentre il titolo è un riferimento per la lunga marcia lesercito polacco, guidato dal generale Władysław Anders, dalla Siberia, attraverso il Medio Oriente, è arrivato in Italia.

Questo è lunico film in cui si mostra la partecipazione della Polonia nella Campagna ditalia durante la seconda guerra mondiale.

                                     

1. Trama. (Plot)

Nel 1939, poco prima dello scoppio della seconda guerra mondiale, Adamo, Paolo Carlini, e Irene Wolska Renata Bogdanska cadere in amore nella città di Leopoli è stata parte della Polonia, ora in Ucraina.

Linizio della guerra li separa, quando erano entrambi deportata dai sovietici sul fiume Kolyma, nel nord est della Siberia, dove hanno trovato brevemente quando è possibile integrare larmata del generale Władysław Anders, che in seguito si fuse con il II corpo polacco.

Di nuovo separati da Irene, Adam marcia con http dalla Siberia attraverso il Medio Oriente e i combattimenti sul fronte italiano. Durante la battaglia di monte Cassino è ferito durante il primo assalto, perdendo temporaneamente la vista.

Durante la degenza in ospedale nellospedale militare, linfermiera Edvige (Jadwiga Andrzejewska trova e legge il diario di Adamo, in cui sono registrati tutti gli eventi della sua vita, in ucraina, allo scoppio della guerra e laggressione sovietica, la deportazione in Siberia, levacuazione dallURSS, che vivono in Iran, Iraq, Palestina, Egitto, e il primo attacco di Monte Cassino. Nellintento di alleviare le sue sofferenze, linfermiera finta di essere la sua fidanzata Irene, ma poi si innamora davvero di Adamo. Tutto questo, tuttavia, finisce quando arriva la vera Irene: Adam recupera dalle sue ferite e, dopo la vittoria del polacco a montecassino, a seguire, http, insieme con Irene nellItalia del nord, dove essi di partecipare alla liberazione di Bologna. Alla fine della guerra ha deciso di stabilirsi nella città emiliana.

La morale del film, espressa nelle parole conclusive del film, è inequivocabile: la "Grande strada" di poli non è finito sul fronte occidentale, e in futuro dovranno tornare nella loro patria, ma per farlo dovranno combattere di nuovo. Nella versione italiana, invece, il finale è stato tagliato e depoliticizzato, menzionando solo il dramma romantico dei protagonisti, in puro stile neo-realista.

                                     

2. Produzione. (Production)

Il film è stato girato negli studi di Cinecittà a Roma, il più grande dellepoca, nellestate del 1946. Le condizioni di lavoro erano difficili: nelle scene della siberia, le tempeste di neve sono stati fatti con la naftalina, e quindi con un odore insopportabile, mentre gli attori hanno dovuto recitare con cappotti e berretti di pelliccia, nonostante il caldo di studio chiuso. Il teatro lirico di Leopoli, che appare nelle scene iniziali del film, è stata ricostruita in memoria, anche con immagini originali Waszyński girare ex città polacca.

Lobiettivo di produzione da parte del Centro di Cultura e Stampa del Secondo Corpo polacco era quello di preservare chiaramente la memoria di un tragico ed eroico destino dei soldati polacchi che sono arrivati in Italia attraverso i campi, e il Medio Oriente e combatterono a fianco degli alleati contro i tedeschi. Allinterno del film sono posizionati vari filmati autentici girato da Waszynski durante il lungo viaggio dei soldati del II corpo dArmata polacco, dalla Siberia attraverso il Medio Oriente, fino alla battaglia di Cassino. Inoltre, i protagonisti provengono da Leopoli e in molte scene, parlano il dialetto del polacco di quella città. Tra questi, il personaggio di Irene è interpretato da Renata Bogdanska il cui vero nome è Iryna Jarosiewicz, che in seguito sposò il generale Władysław Anders.

Lassemblea della versione polacca del film è stato completato nel 1946, mentre la versione italiana è stata completata due anni dopo: in realtà, è stata anche realizzata, in collaborazione con il regista Vittorio Cottafavi, una versione italiana del film, con i toni leggeri e neorealistici, al fine di far passare la produzione italiana, e quindi ottenere i contributi finanziari previsti dalla legge italiana. Inoltre, la Direzione generale per il cinema ha espresso la sua forte caso di dubbia autenticità della produzione italiana e sulleffettiva partecipazione di Cottafavi film.

                                     

3. Distribuzione. (Distribution)

Il film è stato presentato in Italia nel 1948 e reintrodotto nel 1952, ma è stato visto da pochi spettatori, e rimase quasi sconosciuta.

Il film non è mai stato proiettato in Polonia fino alla caduta del comunismo nel 1989, in vista del suo contenuto politicizzata anti-sovietica.

Nel 2015 è stato trovato per caso una copia della versione italiana del film, oggi praticamente dimenticato, in un fondo di magazzino del Museo nazionale della scienza e della tecnologia di Milano. Il film è stato completamente restaurato e digitalizzato dallArchivio nazionale del cinema di impresa di Ivrea.

                                     

4. Critica

Nel 1952, al momento della ripresentazione, il film ha guadagnato scarsa capacità di giudizio, di essere giudicato come un film ormai passata, la maggior parte di questo tempo è trascorso dallepoca della sua realizzazione, e quindi di scarso interesse, nonostante il soggetto ha un pò di appeal".

Dopo la caduta del comunismo, il film è stato riscoperto e celebrato in Polonia come una perla, un dimenticato il cinema di polonia, essendo lunico film al mondo sulla partecipazione delle truppe polacche nella campagna ditalia con filmati autentici dellepoca, così come il film prima del 1989 che mostra il destino dei polacchi durante la seconda guerra mondiale.

Nel 2014 Marek Maldis ha fatto il report una Lunga strada per la Grande strada che ricostruisce la complessa storia del film Waszyński, di cui ci sono almeno quattro versioni.

Anche gli utenti hanno cercato:

la grande strada - lodissea di montecassino, la grande strada - l'odissea di montecassino,

Dizionario

Traduzione