★ Salvatore Pelligra - editori jugoslavi ..

                                     

★ Salvatore Pelligra

Salvatore Pelligra è stato un generale italiano, un veterano della prima guerra mondiale, dove fu decorato con la Croce di guerra al valor militare, era stato il comandante dellartiglieria del XVIII Corpo darmata di stanza in Dalmazia, nei giorni seguenti larmistizio dell 8 settembre 1943. Per essersi opposto la resa e la consegna delle armi, fu trucidato dai tedeschi a Segno insieme ad altri 50 agenti. Per il coraggio dimostrato in questa situazione, è stato decorato con Medaglia doro al valor militare alla memoria.

                                     

1. Biografia. (Biography)

Era nato a Comiso, provincia di Ragusa, il 22 maggio 1891, e si arruolò nellEsercito Reale, entrando presso la reale Accademia Militare di Artiglieria e genio di Torino, da cui è uscito nel 1912, con il grado di sottotenente, ricevuto lallarme di artiglieria. Hanno preso parte alla prima guerra mondiale, durante il quale è stato promosso al grado di capitano, distinguendosi durante il servizio del 3 ° Reggimento di artiglieria da campagna, decorati con la Croce di guerra al valor militare. Il 1 ° luglio 1937 fu promosso al grado di colonnello.

Nel 1940, ha ricoperto lincarico di Comandante della Scuola centrale dartiglieria di Civitavecchia. Il 1 ° gennaio 1942 fu nominato generale di brigata. Al momento della dellarmistizio l 8 settembre 1943 si trova a Spalato, in Dalmazia, come comandante dellartiglieria assegnato al XVIII Corpo dArmata del generale Umberto Spigo. La zona di Spalato era presidiata da unità del 15 ° Divisione di fanteria "Bergamo", sotto il comando del generale Emilio Becuzzi, che inizialmente accettato di resistere ai tedeschi di fare causa comune con i partigiani jugoslavi, ma li informa, inoltre, non avrebbe combattuto contro gli ex alleati. L 11 settembre, Becuzzi, ha tenuto un consiglio di guerra con i suoi ufficiali in cui droghe avanzate per vendere armi ai partigiani jugoslavi, non si lotta contro le forze tedesche, e sciogliere le unità italiane presenti nellarea. Il generale Alfonso Cigala Fulgosi, comandante della Piazza di Spalato, che ha rifiutato fermamente di dare le armi, preferendo combattere.

Alle richieste avanzate dalla Divisione e ha chiesto di inviare rinforzi, lalto Comando ha risposto organizzando per il ritiro dallarea di circa 3.000 soldati. Questi soldati saliti a bordo di alcune navi, insieme con il comandante del 15 ° Divisione di fanteria "Bergamo", generale di Becuzzi, il giorno 23. Ricevuto notevoli rinforzi, tra cui la SS Freiwilligen Division "Prinz Eugen", e il contare sullappoggio aereo fornito da alcuni squadroni di caccia-bombardieri Junkers Ju 87 Stuka, i tedeschi passato decisamente al contrattacco. Il 24 settembre, dopo la partenza di Becuzzi, ha assunto il comando di tutte le rimanenti truppe italiane nella zona.

Le truppe tedesche hanno preso il controllo della città, dopo un breve, ma intenso combattimento. Secondo le istruzioni fornite dallObergruppenführer Karl Reichsritter von Oberkampf, il comandante della Division "Prinz Eugen" tutti gli ufficiali italiani, che avevano fatto causa comune con i partigiani jugoslavi doveva essere passato per le armi.

Quaranta-cinque di loro, dopo essere stato brevemente interrogato nella caserma di Sini, dove è stato richiesto di aderire alla neonata Repubblica Sociale italiana, al loro rifiuto, sono stati fatti salire sui camion. Indossa un calcio nuovo, mettere i guanti bianchi, e si unì ai suoi funzionari. Portato in una cava di ghiaia, vicino a forni di Signo, lungo il fiume Cettine gruppi, gridando "Viva litalia", sono stati girati. Egli ha esortato e rincuorò i suoi uomini, che hanno sullattenti davanti al plotone desecuzione, fino alla fine.

Il 24 maggio 1949, nel corso di una solenne cerimonia, è stato insignito della Medaglia doro al valor militare alla memoria. Il Comune natale di Comiso ha voluto onorare la sua memoria intitolandogli una strada, così come la città di Palermo.

Insieme con lui sono stati girati, anche il generale Alfonso Cigala Fulgosi, comandante della Piazza di Spalato, e il generale Angelo Policardi comandante del Genio del XVIII Corpo darmata. Il primo è stato decorato con la Medaglia doro, e la seconda con la Medaglia dargento al valor militare alla memoria.

                                     

1.1. Biografia. Suo fratello Raffaele. (His brother, Raffaele)

Egli era il più giovane fratello di Raffaele, ufficiali dellarma di Cavalleria, con il grado di colonnello, era a Napoli, il comando del 6 ° Reggimento "Lancieri di Aosta", che ha ricoperto fino al 1939. Anche promosso a generale di brigata nel 1940, è stato nominato Sovrintendente del 2 ° Esercito al confine orientale. Nel 1942, ha assunto il Comando del 13 ° Divisione di fanteria "Re" in Croazia per un anno e, il 12 luglio 1943, fu nominato Capo di stato maggiore della 7 ° Armata di Potenza. Dopo la guerra, il 15 luglio 1947, ha assunto il Comando della Guardia di Finanza, che ha ricoperto fino al 3 febbraio 1953, quando fu collocato in ausiliaria per limiti di stili ed epoche.

Anche gli utenti hanno cercato:

salvatore pelligra, editori jugoslavi. salvatore pelligra,

Dizionario

Traduzione
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →