★ Ugo Cavallero - matematici jugoslavi ..

                                     

★ Ugo Cavallero

Ugo Cavallero è stato un generale e politico, un veterano della guerra italo-turca e la prima guerra mondiale, dove, in qualità di Capo ufficio operazioni del Comando supremo era il compilatore dei piani operativi della battaglia del solstizio e la successiva battaglia di Vittorio Veneto, che gli valse la Croce di Ufficiale dellordine militare di Savoia. Dopo una parentesi come direttore generale di Pirelli, il 4 maggio 1925, fu chiamato da Benito Mussolini a ricoprire la carica di sottosegretario di Stato al Ministero della guerra, una posizione che ha ricoperto fino al novembre del 1928, e quindi di assumere la presidenza dellAnsaldo fino al 1933. Richiamato in servizio attivo nel novembre del 1937, fu nominato comandante delle truppe dellafrica Orientale italiana, al servizio del Viceré dEtiopia Amedeo di Savoia-Aosta, e con lo scoppio della seconda guerra mondiale, ha ricoperto la carica di Capo di Stato maggiore generale, in sostituzione del dimissionario Badoglio, dirigere personalmente la campagna contro la Grecia fino a maggio del 1941. Dopo la caduta del regime, fu imprigionato per ordine di Badoglio, prima al senato e poi al Forte Boccea, di essere liberato dai tedeschi dopo la firma dellArmistizio di Cassibile. Dopo il rifiuto di assumere il comando delle forze italiane, che aveva voluto continuare la guerra a fianco della Germania, è stato trovato ucciso da un colpo di pistola alla tempia destra, la mattina del 14 settembre 1943. Era mancino.

                                     

1. Biografia. (Biography)

Era nato a Casale Monferrato il 20 settembre 1880, figlio di Gaspare e Maria Scagliotti. Ha intrapreso la carriera militare nel 1898, di entrare allAccademia Militare reale da cui uscì sottotenente di fanteria nel 1900, assegnato al 59 ° Reggimento di fanteria. Promosso tenente nel 1903, divenne insegnante presso la scuola di fotografia di Parma nel 1904, si distinse per la grande cultura è stato permesso di frequentare la Scuola di guerra dellesercito, finendo al primo posto nel suo corso, essere ammessi allo Stato maggiore.

Dal 1911 partecipò alla guerra italo-turca in vigore del 34 ° Reggimento di fanteria, di essere promosso capitano nel febbraio 1912, e in allegato il personale della 1 ^ Divisione di Torino in Libia è stato poi decorato con Medaglia di bronzo al valor militare per la battaglia di Sidi Garbà, 12 km a sud-ovest di Derna, in Libia, che ha avuto luogo il 16 maggio 1913. Tornato in Italia, fu assegnato al 1 ° Reggimento alpini. Si è laureato in Matematica a Torino, ha una buona conoscenza del tedesco. Al momento dellentrata in guerra dellItalia, che ha avuto luogo il 24 maggio 1915, entrò a far parte dellufficio operazioni della neonata Comando supremo venendo promosso maggiore nel mese di ottobre dello stesso anno, e fu decorato con la Croce di Cavaliere dellOrdine militare di Savoia) nellagosto del 1916.

Un tenente colonnello dal 31 maggio 1917, si distinse durante la ritirata dopo la sconfitta di Caporetto, in modo da ottenere la promozione a colonnello e la nomina a Capo ufficio operazioni del Comando supremo, divenne uno stretto collaboratore del vice Capo di stato maggiore, tenente generale Pietro Badoglio. Egli si distinse nuovamente nella preparazione dei piani per la battaglia del solstizio e il trionfo di Vittorio Veneto, che gli valse la Croce di Ufficiale dellOrdine militare di Savoia e la promozione a generale di brigata per meriti eccezionali, alletà di trentotto anni.

                                     

1.1. Biografia. Nel ausiliario. (In the auxiliary)

Nel 1919 ha rappresentato litalia alleuropeo interalleato di Versailles, e nel 1920 ha lasciato lEsercito, messi in discussione in posizione ausiliaria speciale, di entrare nellindustria privata, per poi assumere la carica di direttore generale di Pirelli. In quegli anni, senza prendere una posizione definitiva, strinse una forte amicizia con Roberto Farinacci, il ras di Cremona. Da maggio 1925 fino al novembre del 1928, fu chiamato da Benito Mussolini, in sostituzione del generale Ambrogio Clerici, a ricoprire la carica di sottosegretario al Ministero della Guerra. Nel 1926 fu nominato Senatore del Regno, e nel 1927 fu promosso generale di divisione. In quegli anni, ha rotto i rapporti con Roma, che allora ricopriva la carica di Capo di stato maggiore generale.

Alla fine del 1928, fu rimosso dal suo ufficio, su iniziativa del Re Vittorio Emanuele III, dopo uno spiacevole episodio di intolleranza pubblico è successo tra lui e Badoglio, e ha lasciato lufficio, ha ricevuto il titolo di Conte, e più tardi assunse la presidenza della società Ansaldo di Genova-Comigliano. Pur lavorando un sacco per la modernizzazione della produzione per la guerra, nel 1933 fu coinvolto nel cosiddetto scandalo dellarmatura che sono destinati ad una nave da crociera della royal Navy, e ha dovuto lasciare lufficio.

                                     

1.2. Biografia. Il ritorno esercito. (The return of the army)

Egli era un delegato della Conferenza sul disarmo a Ginevra, è stato promosso a generale di corpo darmata nel 1936, e nel novembre 1937, fu richiamato in servizio attivo, nominato comandante delle truppe dellafrica Orientale Italiana. Ha tenuto questa posizione fino alla primavera del 1939, quando entrò in contrasto con il Viceré Amedeo di Savoia-Aosta, tornato in Patria, nel marzo 1940, nominato generale darmata e decorato con Medaglia dargento al valor militare, per prendere la Vice-presidenza del Comitato economico e militare per lapplicazione del Patto dAcciaio con la Germania.

Dal 5 dicembre 1940, allinizio del 1943, ha ricoperto la carica di Capo di Stato maggiore generale, in sostituzione del dimissionario Badoglio, ereditando una situazione militare compromessa, sia in nord Africa, in Albania. Si è recato più volte per il frontale con la Grecia, 30 dicembre-sostituito "de facto" Ubaldo Soddu nellufficio del Comandante del gruppo darmate, lasciando temporaneamente la sua funzione di Capo del personale, il sottocapo Alfredo Guzzoni. Riuscì a fermare loffensiva dellesercito greco, lanciato nel gennaio del 1941, dal suo omologo Alexandros Papagos, e che avrebbe portato alla rottura del fronte per la resa delle truppe italiane in Albania.

Rientrato a Roma nel maggio del 1941, dopo la resa della Grecia, ha respinto Guzzoni, colpevole di aver mostrato un po troppo indipendente al momento della preparazione dellattacco alla Jugoslavia, e ottenuta lapprovazione della legge del 27 giugno 1941, che ha dato il potere decisionale su Capi di stato maggiore delle tre Forze Armate, riorganizzato in modo razionale il Comando Supremo per noi, per esercitare un efficace coordinamento interforze e di effettuare un puntuale controllo su tutte le aree del paese in guerra. La sua sottomissione alla volontà di Mussolini di inviare truppe a combattere sul fronte russo, ha portato la consegna delle forze e sempre più diversi, dalla prima metà del 1942, che ha assorbito tutta la moderna artiglieria disponibile e luso di più di 16.000 veicoli, che sarebbe stato indispensabile sul fronte in libia. Aveva sempre unacuta percezione dei problemi della guerra nel teatro del mediterraneo e africano, tanto che dal maggio 1941 al giugno 1942 andò al S. A. ben tredici volte, ed è stato un instancabile sostenitore dellOperazione C3, il progetto di invasione dellisola di Malta, lavvio del programma alla fine del 1941. La realizzazione di questa operazione è stata finalmente cancellata nel giugno del 1942, quando Hitler, dopo la caduta di Tobruk, ha deciso che Rommel avrebbe inseguito truppe britanniche in Egitto, rinunciando ad un lavoro a Malta. Questo attacco è stato approvato dal Führer due mesi prima, durante una riunione tenutasi presso il Berghof, alla presenza di Mussolini e Cavallero.

Promosso Maresciallo ditalia il 1 ° luglio 1942, per motivi di opportunità vis-à-vis il generale tedesco Erwin Rommel, dimensioni nominali sotto la sua autorità. Nellautunno del 1942, dopo la sconfitta di El Alamein e lo sbarco anglo-americano archeologia, in francese, è stato impegnato in complesse questioni di dellevacuazione di Libia e la creazione di una testa di ponte in Tunisia. Cavallero è stato rimosso dallincarico alla fine di gennaio 1943, sostituito dal generale Vittorio Ambrosio.

Dopo la caduta del fascismo il 25 luglio 1943, il nuovo Capo del governo Badoglio, lo aveva arrestato, accusato di preparare un colpo di Stato fascista. Per il suo rango di senatore, gli fu permesso di evitare il carcere e di essere rinchiuso a Palazzo Madama. E stato poi rilasciato su iniziativa di Vittorio Emanuele III, ma è stato nuovamente arrestato a fine agosto e imprigionato nel Forte Boccea. Interrogato dal generale Giacomo Carboni, mentre era in prigione militare, stese la mano, un monumento, con la quale ha voluto mostrare che egli aveva preparato un colpo di stato contro Mussolini, e che anche lui aveva pensato di Badoglio Capo del Governo. Badoglio non solo ha fatto uscire di prigione, ma quando fuggì da Roma, ti sei dimenticato il memorial in piena vista sulla sua scrivania della Presidenza del Consiglio.

Seguenti dellarmistizio di Cassibile e delloccupazione di Roma da parte dei tedeschi il 12 settembre 1943 venne liberato e trasferito al comando tedesco di Frascati, dove il Maresciallo Albert Kesselring proposto, in nome di Hitler, per portare le forze armate italiane che hanno voluto continuare la guerra a fianco della Germania, tuttavia, ha rifiutato di assumersi tale compito a non scatenare una guerra civile. Quando il giorno successivo Kesserling alzò il calice e disse: voglia di bere un brindisi alla salute del nuovo comandante dellEsercito italiano, Cavallero ha detto brindo alla salute di Re dItalia.



                                     

1.3. Biografia. La misteriosa morte. (The mysterious death)

Riuniti per un po, la moglie, la contessa Olga Grillo, e attraversato il Maresciallo dItalia Enrico Caviglia che ha confidato sottovoce teme che i tedeschi lo scopo di uccidere lui. La mattina del 14 settembre 1943 fu trovato morto, ucciso da un colpo di pistola alla tempia destra, tuttavia, egli è stato con la mano sinistra, su una sedia di vimini, nel giardino dellhotel Belvedere a Frascati, dove rimase un "ospite" di Kesselring, suo amico personale: in quel giorno era previsto il suo trasferimento a Monaco di baviera.

Nel 2011, il comune di Casale Monferrato, hanno trascorso la loro luna di miele nei giardini fra i viali Ottavio Marchino, e Giolitti, non senza polemiche, perché alcuni hanno creduto troppo legato al fascismo, e del responsabile per il massacro di circa 2.000 Etiope, tra cui donne e bambini sterminati con il gas mostarda e lanciafiamme tra il 9 e l 11 aprile 1939.

                                     

1.4. Biografia. Controversie. (Disputes)

Cavallero è stato criticato per non essersi distinto durante la seconda guerra mondiale, né le capacità militari, né per capacità di gestione: Ciano, mostra che il Flusso, per realizzare i sogni di onnipotenza di Mussolini, ha fatto di lui ripetutamente a credere che la produzione di cannoni e di pezzi di artiglieria, carri armati e altro materiale bellico non è sempre ottimale, mentre in conversazioni private con lo stesso Ciano ammesso che le cifre riportate per il duce, ha sottolineato come "potenziale" che le industrie italiane potrebbero sviluppare, in cui la produzione effettiva è stata, infatti, molto al di sotto di questi numeri. Ciano riporta anche le storie presentate, e i diplomatici che si teneva Cavallero a scomparire dalla località in cui è stato inviato, antiquariato, cibo e valuta di valore.

Altri riconoscono un Flusso con il merito di aver arrestato nel 1941 loffensiva greco sul fronte greco-albanese, dove si è recato personalmente e lattenuante hanno ereditato al vertice delle Forze Armate, in una situazione già compromessa. Lorganizzazione dellesercito avallò il desiderio del Duce di moltiplicare le divisioni, che ha condotto a un enorme programmi del 1941, non è mai stata fatta a causa delle perdite subite in Nord Africa, e la sempre carenti di guerra industrie di produzione, che prevede lottanta divisioni di cui sei navi da guerra.

                                     

1.5. Biografia. In massoneria. (In freemasonry)

Nel 1907, venne iniziato alla Massoneria nella Loggia "Dante Alighieri" di Torino del Gran Oriente ditalia. Il passato, a causa della Loggia "Nazionale" di Roma, la Serenissima Gran Loggia di Rito scozzese antico ed accettato, il 15 agosto 1918, fu elevato al 33° e il massimo grado del rito.



Anche gli utenti hanno cercato:

ugo cavallero, matematici jugoslavi. ugo cavallero,

Dizionario

Traduzione
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →