★ Club Atlético de Madrid - coreografi polacchi ..

                                     

★ Club Atlético de Madrid

Il Club Atlético de Madrid, conosciuto come lAtletico Madrid, è una società calcistica spagnola con sede a Madrid e gioca nella Primera División, la divisione del vertice del campionato spagnolo di calcio.

È la terza squadra di calcio della Spagna, per titoli nazionali vinti, avendo vinto 10 campionati nella massima divisione, come molti copa del rey trofei e 5 super Coppe E 2 Supercoppe di Spagna, 2 Coppe di Eva Duarte e una Coppa del Presidente della RFEF. In campo internazionale, ha vinto la coppa delle coppe 1961-62, una Coppa Intercontinentale 1974, 3 Europa League 2009-10, 2011-12 e 2017-18, e 3 Supercoppe UEFA 2010, 2012 e il 2018. Con 8 trofei ufficiali vinti è la terza squadra spagnola, il maggior successo a livello internazionale, dopo Real Madrid e Barcellona.

LAtlético Madrid è lunica squadra ad aver vinto la Coppa Intercontinentale senza aver mai vinto la Coppa, poi, è un requisito indispensabile per partecipare al concorso: nel 1974, infatti, a seguito delle dimissioni del Bayern Monaco per partecipare allevento, gli abitanti si sono incontrati e scontrati gli argentini dellIndependiente, campioni in carica della Coppa Libertadores, e i detentori della Coppa Intercontinentale. È anche lunica squadra nella storia della massima competizione europea per club ad aver giocato tre volte la finale del 1974, 2014, 2016, senza essere in grado di vincere il trofeo.

Il soprannome più comune dei giocatori è uno dei colchoneros, la lettera di "materassai" a causa del colore e la forma delle uniformi della squadra erano simili a quelli dei dipinti di quel tempo erano dei materassi. Altri soprannomi sono i rojiblancos bianco-rossi e gli indiani.

                                     

1. Storia. (History)

Il Club Atlético de Madrid è stato fondato il 26 aprile 1903 da alcuni studenti e i baschi che vivono a Madrid, con lobiettivo di creare una società satellite dellAthletic Club: la squadra, il cui primo nome era Atletico de Madrid ha adottato, in effetti, gli stessi colori del club basco, poi bianco e blu e poi, nel 1912, il bianco e il rosso. È diventata una società indipendente nel 1923, lAtlético Madrid ha giocato negli anni venti, lallora sindaco tornei di calcio spagnolo, in particolare, con la Coppa di Spagna con il nome del quale è stata deferita allattuale Coppa del Re, in cui è arrivato secondo nel 1921 e nel 1926. La vittoria del campionato del Centro, nel 1928, è valso ai colchoneros di accesso alla prima edizione della Primera División: fu solo dopo la fine della guerra civile e la fusione con il club Aviación Nacional che lAtlético Madrid ha cominciato a raccogliere i primi successi in nazionale, vincendo due campionati dopo la fine delle ostilità.

A partire dagli anni cinquanta, i colchoneros ha cominciato a guadagnare reputazione a livello internazionale, grazie ai risultati ottenuti nella neonata coppa europea: nella stagione 1958-1959 lAtlético avuto lopportunità di fare il loro debutto in Coppa dei Campioni grazie alla contemporanea vittoria dellevento da parte dei rivali del Real Madrid, che si ferma in semifinale il cammino dei colchoneros. Nel 1962 lAtlético Madrid ha vinto il suo primo trofeo internazionale, vincendo contro la Fiorentina nella finale di coppa delle coppe. In ambito nazionale lAtlético Madrid ha dimostrato di essere lunica squadra in grado di contrastare legemonia del Real Madrid, vincendo nella stagione 1965-1966, 1969-1970, 1972-1973. Nella stagione seguente la vittoria di questultimo, la lega, i colchoneros sono stati protagonisti di un viaggio nella Coppa dei Campioni, che li ha portati fino alla finale contro il Bayern Monaco al termine di una partita combattuta lAtlético Madrid è stato raggiunto in pochi secondi dalla fine dopo essere passati in vantaggio a metà del secondo tempo supplementare. Il replay, ha giocato due giorni dopo, vide i tedeschi prevalere 4-0. Nonostante la vittoria, il fallimento in Champions league, i colchoneros hanno avuto la possibilità di giocare la Coppa Intercontinentale a seguito delle dimissioni del Bayern Monaco. LAtlético Madrid ha vinto il trofeo battendo largentino dellIndependiente, recuperando nella seconda tappa l1-0 subito allandata in Argentina.

Durgenza è stato il decennio successivo, caratterizzato da continui cambiamenti di leadership al vertice: il solo acuto, avvenuta nel 1986 con la finale di coppa delle coppe persa contro la Dinamo Kiev. Lanno successivo, in seguito alla morte del presidente Vicente Calderón, il club è stato acquisito dal politico Jesús Gil, che ha dato luogo ad un massiccio rafforzamento della squadra, culminata, nella stagione 1995-1996, con la vittoria del doblete campionato e la coppa nazionale, sotto la guida del nuovo allenatore Radomir Antić. Tuttavia, negli anni successivi, la squadra ha avuto un crollo del tecnico e societario dovuto in parte alle vicende giudiziarie del presidente, implicato di favoritismo con la mafia siciliana, che è culminata con la retrocessione in Segunda División al termine della stagione 1999-2000.

Torna nella massima serie dopo due anni, lAtlético Madrid è stato acquistato nel 2003 dal produttore di film con Enrique Cerezo, che in tre anni ha costruito una squadra in grado di assumere una dimensione europea, atterraggio, per due anni consecutivi, 2007-2008 e 2008-2009 in Champions League, e vinto, nel 2010, la prima edizione della UEFA Europa League e la supercoppa europea, grazie ad una vittoria per 2-0 contro lInter nel finale di Monte Carlo. Dal 2011, sotto la guida di Diego Simeone, la squadra ha proseguito il ciclo di vittorie sia a casa e la Coppa del Re 2012-2013, 2013-2014 e la Supercoppa di Spagna 2014, sia in Europa, dove i colchoneros hanno vinto due Europa League 2011-2012, 2017 e 2018, due Supercoppe europee 2012, 2018, e hanno perso due finali di Champions League per il 2014 e il 2016, sia contro il Real Madrid.

                                     

2. Colori e simboli. (Colors and symbols)

Mascotte. (Mascot)

La mascotte dellAtlético Madrid è Indy, un procione con la divisa bianca e rossa, e il capo ornato con un copricapo tipico dei nativi damerica, Apache, sempre biancorosso.

                                     

2.1. Colori e simboli. Colori. (Colors)

La divisa della casa dellAtlético Madrid è formata da una maglia a strisce bianche e rosse verticali, pantaloncini e blu o blu e calzettoni rossi. Questa uniforme è stato introdotto nel 1912, per ragioni economiche, le uniformi erano facilmente ottenuta dai fondi dei materassi, e questo gli è valso i giocatori e i tifosi della squadra, il nome dei colchoneros. In precedenza, il team aveva adottato la stessa uniforme dellAthletic Club colori bianco e blu. Con il passare degli anni luniforme dellAtlético Madrid ha subito piccole modifiche, per lo più legati al colore dei pantaloncini più o meno scuro, e il numero di righe. Una notizia di rilievo è stato nel 2006, quando è stata introdotta una maglia diviso in due metà bianco e uno rosso. Negli anni successivi, tuttavia, si è tornato a standard uniformi.

                                     

2.2. Colori e simboli. Mascotte. (Mascot)

La mascotte dellAtlético Madrid è Indy, un procione con la divisa bianca e rossa, e il capo ornato con un copricapo tipico dei nativi damerica, Apache, sempre biancorosso.

                                     

3. Strutture. (Facilities)

Stadio. (Stadium)

La squadra, dopo cinquantanni di partite giocate allo stadio Vicente Calderon, a partire dal 2017, si trasferisce nel nuovo stadio, Wanda Metropolitane, precedentemente noto come Estadio de la Peineta, di cui la società è titolare. Il nuovo impianto ha una capacità produttiva di oltre tredici mila posti a sedere rispetto al Calderón, per un totale di circa 68 456 spettatori.

                                     

4. Allenatori e presidenti. (Coaches and presidents)

Allenatori vincitori del titolo. (Coaches of the winners of the title)

I seguenti allenatori che hanno vinto almeno un trofeo, quando erano alla guida del club di madrid:

                                     

4.1. Allenatori e presidenti. Allenatori. (Coaches)

La storia dellAtlético Madrid è caratterizzata da continui cambiamenti in seno alla panchina, in particolare durante la presidenza Gil, in cui sono stati 31 gli allenatori in sedici anni. Il primo allenatore della squadra inglese Frederick Pentland, che ha portato i colchoneros in due occasioni, nella stagione 1928-29, e dal 1933 al 1936. Tra le nazionalità di tecnica prevale su quello spagnolo, con un grande preminenza dellargentina.

Lallenatore più longevo della squadra di Diego Simeone, che in panchina dellAtlético dal 2011. Anche se Luis Aragonés è quella con la maggior parte delle gare, dal momento che egli ha portato i Colchoneros per tredici anni, anche non consecutivi: così, infatti, il team di quattro periodi di tempo distinti.

                                     

4.2. Allenatori e presidenti. Allenatori vincitori del titolo. (Coaches of the winners of the title)

I seguenti allenatori che hanno vinto almeno un trofeo, quando erano alla guida del club di madrid:

                                     

4.3. Allenatori e presidenti. Presidenti. (Presidents)

Dal 28 maggio 2011, il presidente della società è Enrique Cerezo, produttore cinematografico, che ha assunto la partecipazione da le dimissioni di Jesús Gil. In cento e cinque anni di storia, lazienda ha avuto venti-sette presidenti, di cui due Julián Ruete e il Vicente Calderón è venuto in cima alla squadra in due diverse occasioni. Il presidente più longevo della storia del club è il Vicente Calderón, che è rimasto allinterno della leadership del team per 21 anni, dal 1964 al 1980 e poi dal 1982 al 1987.

                                     

5. Giocatori famosi. (Famous players)

Adelardo detiene il record ufficiale del club per quanto riguarda le presenze, come ha indossato la tunica dellAtlético Madrid nel 553 partite dal 1959 al 1976. Luis Aragonés, la leggenda del club sia come giocatore e come allenatore, detiene il record di gol segnati con 170 voti. Adrián Escudero detiene il record per il maggior numero di gol segnati nella Liga: 150. Koke è attualmente il giocatore in attività nellAtlético Madrid con il maggior numero di presenze 446 e Diego Costa, che ha fatto il maggior numero di reti in 78.

Aggiornato all 11 marzo 2020.

  • In grassetto i giocatori ancora in attività.
                                     

5.1. Giocatori famosi. Vincitori del titolo. (Winners of the title)

  • Alcune distanze: 10. (Some distances: 10)
Pruden 1941, José Eulogio Gárate 1968-69, 1969-70, 1970-71 Luis Aragonés 1969-70 Hugo Sánchez 1984-85 Baltazar 1988-89 Manolo 1991-92 Christian Vieri 1997-98 Diego Forlán 2008-09
  • Trofeo Zamora: 13. (Zamora Trophy: 13)
Fernando Tabales 1939-40 Marcel Domingo 1948-49 Luis Menéndez 1953-54 Rodri 1970-71 Miguel Reina 1976-77 Abel Resino 1990-91 José Francisco Molina 1995-96 Thibaut Courtois 2012-13 e 2013-14 Jan Oblak 2015-16, 2016-17, 2017-18 e 2018-19
  • Scarpa doro: 1.
Diego Forlán 2009
                                     

6. LAtlético Madrid e la Nazionale di calcio. (LAtlético Madrid and the National football)

Campioni del mondo. (Champions of the world)

  • Antoine Griezmann Russia 2018.
  • Lucas Hernández Russia 2018.

Campioni deuropa. (The champions of europe)

  • Ntemīs Nikolaïdīs Portogallo 2004.
  • Enrique Collare Di Spagna 1964.
  • Adelardo Spagna 1964. (Adelardo Spain 1964)
  • Juanfran Polonia-Ucraina 2012. (Juanfran Poland-Ukraine 2012)
  • Feliciano Rivilla, Spagna, 1964.
                                     

7.1. Lega. Concorsi nazionali. (National competitions)

  • Il campionato spagnolo: 10.
1939-1940, 1940-1941, 1949-1950, 1950-1951, 1965-1966, 1969-1970, 1972-1973, 1976-1977, 1995-1996, 2013-2014
  • Coppa di spagna: 10.
1959-1960, 1960-1961, 1964-1965, 1971-1972, 1975-1976, 1984-1985, 1990-1991, 1991-1992, 1995-1996, 2012-2013
  • Supercoppa di spagna: 2.
1985, 2014
  • Coppa Eva Duarte: 2.
1940, 1951
  • Coppa del Presidente della RFEF: 1.
1941-1947
  • Segunda División: 1.
2001-2002
                                     

7.2. Lega. Competizioni internazionali. (International competitions)

  • Coppa delle coppe: 1.
1961-1962
  • UEFA Europa League: 3.
2009-2010, 2011-2012, 2017-2018
  • UEFA super cup: 3.
2010, 2012, 2018
  • Coppa Intercontinentale: 1. (Intercontinental Cup: 1)
1974
  • Coppa Iberica: 1. (Cup Iberian: 1)
1991
                                     

7.3. Lega. Concorsi regionali. (Regional competitions)

  • Campionato Regionale Centro: 4.
1920-1921, 1924-1925, 1927-1928, 1939-1940
  • Copa Federación Centro: 1.
1941
                                     

7.4. Lega. Altri piazzamenti. (Other placings)

  • Il campionato spagnolo. (The Spanish league)
Secondo posto: 1943-1944, 1957-1958, 1960-1961, 1962-1963, 1964-1965, 1973-1974, 1984-1985, 1990-1991, 2017-2018, 2018-2019 Terzo posto: 1941-1942, 1944-1945, 1946-1947, 1947-1948, 1961-1962, 1970-1971, 1975-1976, 1978-1979, 1980-1981, 1982-1983, 1987-1988, 1991-1992, 2012-2013, 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017
  • Coppa di spagna. (Spanish cup)
Finalista: 1921, 1926, 1956, 1963-1964, 1974-1975, 1986-1987, 1998-1999, 1999-2000, 2009-2010 Semifinalista: 1925, 1944, 1952-1953, 1967-1968, 1970-1971, 1973-1974, 1979-1980, 1988-1989, 2000-2001, 2004-2005, 2013-2014, 2016-2017
  • La Copa de la Liga.
Finalista: 1984, 1985 Semifinalista: 1983, 1986
  • Supercoppa di Spagna. (Supercopa of Spain)
Finalista: 1991, 1992, 1996, 2013, 2019
  • Coppa Eva Duarte. (Cup Eva Duarte)
Finalista: 1950
  • Segunda División. (The Segunda División)
Secondo posto: 1932-1933, 1933-1934 Terzo posto: 1930-1931
  • Coppa europa / UEFA Champions League.
Finalista: 1973-1974, 2013-2014, 2015-2016 Semifinalista: 1958-1959, 1970-1971, 2016-2017
  • Coppa delle coppe. (Cup winners cup)
Finalista: 1962-1963, 1985-1986 Semifinalista: 1976-1977, 1992-1993
  • La coppa UEFA. (The UEFA cup)
Semifinalista: 1997-1998, 1998-1999
  • UEFA Intertoto. (UEFA Intertoto cup)
Finalista: 2004, 2007
  • Coppa Latina. (Cup Latin)
Terzo posto: 1950, 1951
  • Coppa delle Fiere. (Inter-cities Fairs cup)
Semifinalista: 1964-1965
  • Campionato Regionale Centro. (Regional Championship Central)
Secondo posto: 1909, 1913, 1913-1914, 1916-1917, 1917-1918, 1919-1920, 1921-1922, 1922-1923, 1925-1926, 1926-1927, 1928-1929, 1930-1931, 1933-1934 Terzo posto: 1908, 1915-1916, 1923-1924, 1929-1930, 1931-1932, 1932-1933, 1934-1935, 1935-1936
  • Copa Federación Centro. (Copa Federación Centre)
Finalista: 1923, 1928, 1934, 1943


                                     

8. Statistiche e record. (Statistics and records)

Campionati nazionali. (National championships)

Dalla stagione 1928-1929 per la stagione 2019-2020 il club ha ottenuto le seguenti partecipazioni ai campionati nazionali:

Tornei internazionali. (International tournaments)

La stagione 2019-2020 il club ha raggiunto i in seguito alla partecipazione ai tornei internazionali:

Le statistiche individuali. (Individual statistics)

Il giocatore con più presenze nelle competizioni europee è Koke al 94, mentre il top scorer è Antoine Griezmann con 27 gol.

Statistiche di squadra. (Team stats)

A livello internazionale, la migliore vittoria è l8-0 ottenuto contro Drumcondra nel primo turno della Coppa dei Campioni 1958-1959, mentre la peggiore sconfitta è rappresentato dal 5-1 subito dal Tottenham nella finale della coppa delle coppe 1962-1963.

                                     

9.1. Cheers Storia. (History)

LAtlético Madrid è la terza squadra in Spagna per numero di sostenitori, dopo Real Madrid e Barcellona. Originariamente fan dellAtlético provenivano dalla classe operaia, e si sono opposti a quelli della vita Reale, appartenenti alla classe media.

I tifosi, così come i giocatori, sono soprannominati i colchoneros dal momento che tra il 1936 e il 1939, le divise erano fatte della stessa forma del materasso, cioè, le strisce verticali di colore rosso e bianco. Un altro nickname e gli indiani, e questo potrebbe derivare sia dal fatto che tra gli anni settanta e ottanta la squadra ha raggiunto un numero di successi, soprattutto grazie al supporto di giocatori provenienti dal sud america, è perché lo stadio è situato lungo il fiume Manzanares, come una tribù indiana, quindi, odiano i bianchi, rappresentato dal Real Madrid e sono quindi rispetto per gli indiani damerica.

Il gruppo più antico, ora esistente dei tifosi di madrid è il Frente Atlético è stata costituita nel 1982. Viene da Peña Fondo Sur, che è stata costituita nel 1968, che negli anni ha cambiato più volte nome, fino ad arrivare a quella attuale. Con circa 2 000 membri, è uno dei più importanti gruppi del genere in Spagna, così come il più terribile e violento. Dicembre 2, 2014, con un comunicato ufficiale, il club, ha condannato il gruppo ha organizzato come responsabile di scontri a Madrid prima della partita contro il Deportivo.



                                     

9.2. Cheers Gemellaggi e rivalità. (Twinnings and rivalries)

Il gemellaggio più sentita dai tifosi degli indiani con quelli del Betis, con il quale durante le partite cantare il coro contro il rivale, il Sevilla. Esiste anche una relazione con i tifosi di Levante e Sporting Gijón. Un sentimento di reciproco rispetto, è caratterizzata principalmente dallodio in città per il Real Madrid, cè un gruppo con i Boixos Nois di Barcellona. In Europa, i tifosi sono in buoni rapporti con quelli di Roma, Milano e Catanzaro. Cè anche il gemellaggio con i tifosi polacchi del Ruch Chorzów e a quelli inglesi del Liverpool.

La rivalità più sentita dai tifosi dellatlético è senza dubbio quello con i concittadini del Real Madrid, i giochi che danno vita alla derbi madrileño. I primi scontri tra i sostenitori, già nel 1916, ma la rivalità tra i due club di madrid ha vinto per la prima volta lattenzione internazionale durante la Coppa dei Campioni nel 1959, quando le due squadre si sono affrontate in semifinale. Il Real ha vinto per 2-1 la gara dandata al Bernabéu, mentre lAtlético vinto 1-0 contro il ritorno al Metropolitan. Il pareggio portato a un re-match, che il Real ha vinto per 2-1. LAtlético guadagnato vendetta, quando sconfisse i blancos nei prossimi due finali di Coppa del Re del 1960 e del 1961. Secondo i querelanti, il più odiato dai tifosi dellAtlético è quella di Siviglia. Le partite con gli altri rojiblancos sono considerati ad alto rischio di scontri, nel corso di un incontro prima di lui aveva accoltellato un fan dellAtlético e poi ha gettato una bottiglia di whisky sul bordo di Siviglia. La rivalità di tono minore ci sono con i tifosi del Valencia, dellEspanyol, dellAthletic Bilbao, Racing Santander e Deportivo. Contro il club in tutte le competizioni, il 30 novembre, 2014 cè stata una seria guerriglia a Madrid, che ha visto la partecipazione di alcune frange del Rayo Vallecano e dellAlcorcón che ha causato la morte di un tifoso del Deportivo. In campo internazionale, invece, i gruppi di nemici sono quelli del Lazio, a causa della loro partnership con il Real Madrid, dellOlympique Marsiglia e Sporting Lisbona.



                                     

10. Altre sezioni sportive. (Other sections sports)

Oltre alla famosa squadra di calcio fondata nel 1903, lAtlético Madrid è conosciuta anche per la squadra di pallamano è stata fondata nel 1947, ma è sciolta nel 2012. Nello stesso anno è stato anche costituito una sezione di rugby a 15 che gioca nella División de Honor, prima divisione nazionale, dopo aver avuto un altro tra il 1914 e il 1959, che ha vinto un campionato spagnolo. Tra il 2008 e il 2010, ha sponsorizzato sei piloti automobilistici tra cui Andy Soucek, Ho-Pin Tung e di María de Villota come parte della Superleague Formula.

Anche gli utenti hanno cercato:

club atlético de madrid, coreografi polacchi. club atlético de madrid,

Dizionario

Traduzione