★ T 3, torpediniera Italia - esploratori jugoslavi ..

                                     

★ T 3 (torpediniera Italia)

Il T-3 è stata una torpediniera della regia Marina. Durante la sua vita operativa, prima e dopo il servizio sotto la bandiera italiana, ha servito in quattro altre marine.

                                     

1.1. Storia. Il servizio nella Marina austro-ungherese. (The service in the Navy of the austro-Hungarian)

Costruita nello Stabilimento di Tecniche di Trieste per la città giuliana con il nome di TB, 78T, la nave era originariamente parte della classe "TB 74T" torpediniere costruito per conto della Marina imperiale dellimpero austro-ungarico.

Larmamento originale della nave era composto di due cannoni, Skoda 66 / 30 mm, una pistola-8.3 / 66 mm e quattro tubi lanciasiluri da 450 mm.

In servizio nellagosto del 1914, il cacciatorpediniere ha preso parte alla prima guerra mondiale. Tra le azioni in cui ha preso parte, possiamo citare:

  • Che il 28 novembre del 1917, quando la nave, insieme con la torpediniera TB 79, 86 e 90 e i distruttori del Triglav, Reka, e la Spiaggia è stato bombardato con la loro artiglieria, danneggiando seriamente, le reti, il telegrafo e la ferrovia per la foce del fiume Metauro e un treno che stava passando attraverso, avendo, tuttavia, di ritirare la seguente reazione da parte del treno armato T. A. III, da Senigallia. La formazione, a far parte della band per un altro cacciatorpediniere Dikla, Streiter e Huszar, e 4 torpediniere che aveva tentato invano di attaccare per primo, Porto Corsini e Rimini, e tornò in sala e quindi alla base dopo aver seminato un gruppo di 9 cacciatorpediniere italiano inseguitori.
  • L 11 maggio 1917, quando, insieme con il distruttore Csikos e torpediniera TB 93 96 TB è stato inviato a sostegno di un bombardamento aereo, quindi la formazione è stato prima attaccato senza risultato dal sommergibile britannico HB 1 destinazione dellattacco è stata la TB, 78, che ha evitato lsiluri, e poi contrattacca senza costrutto e, successivamente, inseguito da un gruppo di cacciatorpediniere italiani, che, tuttavia, dopo lavvistamento, alle ore 15.30, a 10.000 metri di distanza, ha deciso di ritirarsi senza combattere, venuto troppo vicino alla base dellimpero austro-ungarico, Pula.
  • Quella del 28 luglio 1915, quando, con la doppia TB 77, 80 e 81, esploratori Saida, e Helgoland, e il cacciatorpediniere Tátra, Csepel, Lika, Orjen, e il Tricorno, bombardato le posizioni italiane, sullisola di Pelagosa, causando gravi danni e 2 feriti, e di riposo, poi un tentativo di sbarco, che è stato respinto con perdita, da parte dellimpero austro-ungarico, due uomini, oltre a dieci feriti. Dopo il fallimento dello sbarco, la formazione di ritorno alla base, eludendo attacco dal sottomarino francese Ampere.

che di 10-11 giugno 1918, quando, con la doppia TB 76, 77, 79 e 80, la nave salpò da Pola a escort nel canale dOtranto la corazzata Szent Istvan in quello che doveva essere una trappola per la flotta italiana, che sarebbe uscita in mare in contrasto con unincursione nel canale dOtranto, per poi essere circondato da un numero superiore di unità nemiche. Alle 3.15 del 10 giugno, tuttavia, la formazione dellimpero austro-ungarico che si sono aggiunti la corazzata Tegettoff e la sua unità di scorta, è stato notato da MAS italiani di 15 e 21-in navigazione in prossimità di Premuda. Le due piccole unità passati allattacco e penetrato nella formazione: mentre difendere il MAS 21, diretto contro il Teghetthoff, andato a vuoto, il MAS 15 colpito con due siluri, la Szent Istvan, che dopo i tentativi infruttuosi di traino si è capovolta ed è affondata a circa le sei del mattino, con la morte di 89 uomini. La TB 76 che aveva iniziato allinseguimento del MAS 15, è stato seriamente danneggiato da alcune delle sue bombe di profondità.

                                     

1.2. Storia. Dalla vendita alla Marina di jugoslavia, al fine. (From the sale to the Navy of yugoslavia at the end)

Quando la guerra finì, dopo la dissoluzione dellimpero austro-ungarico e, con esso, la k.u.k. Kriegsmarine, la TB 78 passato per la neonata royal Navy di jugoslavia, dove assunse il nome di T 3.

Negli anni venti, la nave è stata sottoposta a lavori di modifica, che comportano la sostituzione di due pezzi 66 / 30 mm con molte delle più moderno modello 66 / 50, così come laggiunta di una seconda pistola-8.3 / 67 mm.

Successivamente, a seguito di ulteriori modifiche, uno dei due cannoni da 66 / 50 mm è stato sostituito da un pezzo Skoda "K 10" 66 / 30, mentre le due cannoni da 8.3 mm sono stati eliminati in favore di unarma singola dal 15 / 84 mm.

Il 17 aprile del 1941, dopo allinvasione della Jugoslavia, il T-3 è stato catturato in Sibenik dalle truppe italo-tedesche e incorporati nella royal Navy, mantenendo il suo nome.

Avendo un potenziale bellico, ora estremamente ridotto, la nave è stata usata principalmente per compiti di stock nelle acque costiere della Dalmazia.

Nel 1942, il T-3 è stato sottoposto a lavori di ammodernamento in seguito ai quali si ha subito la sostituzione dei due pezzi 66 mm con due 76 / 30 mm.

Dopo la proclamazione dellarmistizio di Cassibile, il 16 settembre 1943, il T-3 è stato catturato nel Fiume, dove è stato per le opere per le riparazioni, dalle truppe tedesche. Incorporati nella Kriegsmarine, il nome fu cambiato in TA 48, che entreranno in servizio il prossimo 16 ottobre.

Il 15 agosto 1944, a Trieste, la vecchia unità è stata trasferita dalla Marina militare tedesca che della Croazia, pro-nazista, e ancora con il nome di TA 48. Il 13 dicembre dello stesso anno, il siluro è stato restituito alla Kriegsmarine.

Il 20 febbraio 1945, durante un raid aereo degli alleati sul porto di Trieste, il TA 48, è stato colpito e affondato nel porto del capoluogo giuliano.

Il telaio della torpediniera, riportato a galla il 10 maggio 1946, fu venduto nel 1947 alla società "Tomasic & Co.". E stato demolito tra il 1948 e il 1949.

Anche gli utenti hanno cercato:

t 3 (torpediniera italia), esploratori jugoslavi. t 3 (torpediniera italia),

Dizionario

Traduzione
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →