★ Antonio Meli Lupi di Soragna - diplomatici jugoslavi ..

                                     

★ Antonio Meli Lupi di Soragna

Antonio Meli Lupi di Soragna è stato un ufficiale e diplomatico italiano, firmato in nome dello Stato italiano, il Trattato di Parigi fra litalia le potenze alleate.

                                     

1.1. Biografia. Origini familiari e la carriera militare. (Family origins and military career)

Antonio Meli Lupi di Soragna Tarasconi, figlio di Luigi Lupo, discendeva da unantica famiglia aristocratica, che vanta molti titoli nobiliari del periodo pre-unitario, riconosciute dal Regno ditalia nel 1890.

Il 19 novembre 1904, si arruolò come volontario nella carriera militare, il 1 ° maggio 1906 fu promosso sottotenente di complemento. Nel frattempo, ha conseguito la laurea in giurisprudenza presso luniversità di Genova nel 1907. Nel 1912 fu promosso al grado di tenente. Partecipò alla Prima guerra mondiale come ufficiale degli Uffici I. T. O. darmata Servizi di informazione territoriale Tullio Marchetti, Cesare Pettorelli Lalatta Finzi. Il 31 agosto 1916 venne promosso capitano.

Alla fine della Prima guerra mondiale, è stato collocato nella riserva con il grado di capitano di cavalleria, ed è entrato nella carriera diplomatica. Nel 1925, ha sposato a Roma, il danese Elsa Maria Fisher.

                                     

1.2. Biografia. Diplomatico di carriera. (Career diplomat)

Nel 1920, Lupi di Soragna è stato destinato a Costantinopoli, nel 1926, a Bucarest per un paio di mesi, poi a Vienna, fino al 1927. Un anno dopo, è stato promosso a direttore dambasciata per meriti eccezionali.

Dal 6 novembre all 8 dicembre 1928 Lupi è stato inviato in missione speciale in Albania. Tornò al Ministero degli affari esteri, è stato trasferito ufficialmente a Tirana, nel maggio del 1930, con le credenziali di inviato straordinario e ministro plenipotenziario. In questo ufficio, è stata molto attiva per promuovere lingresso dellAlbania nella sfera dellitalia tutta italiana.

Il 20 maggio 1935, fu a Ginevra come il delegato aggiunto italia per la sessione straordinaria della lega delle Nazioni. Al ritorno, era destinato a Stoccolma. Rimase in Svezia per quattro anni, poi fu collocato a riposo per ragioni di servizio, con il titolo onorifico di inviato straordinario e ministro plenipotenziario di 1a classe.

                                     

1.3. Biografia. La firma del Trattato di Parigi del 1947. (The signing of the Treaty of Paris of 1947)

Allindomani della seconda guerra mondiale, il 1 ° febbraio 1946, Soragna è stato richiamato in servizio, in quanto non vi era alcun compromesso con il regime fascista. Nel mese di luglio è stato nominato segretario generale della delegazione italiana alla conferenza di pace di Parigi.

Il 7 febbraio 1947 ricevuto dal Ministro degli Esteri Carlo Sforza, laccordo per firmare il Trattato di Pace tra litalia le potenze alleate, con lespressa condizione che lefficacia di questa firma è soggetta a ratifica da parte dellassemblea generale lassemblea Costituente. Questo compito è stato affidato a lui in qualità di semplice ufficiali e non politico, per dare il gesto, il basso profilo di un adempimento meramente formale.

Inviato a Parigi come plenipotenziario, lanziano diplomatico firmato il testo del Trattato, alle 11.15, il 10 febbraio, nella Sala dellorologio (torre di guardia) Quai dorsay e, in assenza di un sigillo della Repubblica italiana ad essere messo in ceralacca, ha lasciato unimpressione è realizzato il tuo anello con lo stemma.



                                     

1.4. Biografia. Soragna rappresentante presso la Santa sede. (Soragna representative at the Holy see)

Il 1 ° marzo 1948, Lupi di Soragna ha assunto lincarico di rappresentante per litalia presso la Santa sede. La sua missione è stata estremamente utile per il Governo di De Gasperi per conoscere il punto di vista del vaticano, sulle linee di politica estera che si intende attuare nel breve e medio termine.

Nellagosto del 1948, infatti, Soragna, con la pro-segretario di Stato, il cardinale Domenico Tardini, in una conversazione iniziata puntualmente, allattuale ministro Sforza. Tardini, infatti, pur confermando il placet del Papa Pio XII circa le iniziative degli Stati Uniti contro il blocco comunista, esprime riserve sullappena firmato il Trattato di Bruxelles, e chiamato per il mantenimento della neutralità da parte dello Stato italiano. Il rapporto di Soragna è stato importante per capire il Presidente del Consiglio, per la necessità di una forte azione verso la Santa sede, al fine di evitare un paradossale convergenza tra il desiderio di parti del social-comunisti, e i membri della democrazia Cristiana strettamente legata al Vaticano, per quanto riguarda il coinvolgimento dellitalia nellAlleanza Atlantico. Questo intervento è stato realizzato dallo stesso ministro Sforza, nel segreto di conversazione che ha avuto con il Papa a Castelgandolfo nellimminenza delle vacanze di natale. Il risultato è stato decisamente favorevole alla linea atlantista, alla luce del contenuto del discorso pronunciato da Pio XII alla vigilia di Natale del 1948: "Il vero cristiano per la pace è la forza, non di debolezza o di stanca rassegnazione. È la stessa cosa con il desiderio di pace delleterno e Dio onnipotente. Ogni guerra di aggressione nei confronti di quei beni, che lordinamento divina di forze di pace incondizionatamente a rispettare e garantire, e quindi anche per proteggere e difendere, è un peccato, omicidio, attentato contro la maestà di Dio creatore e governatore del mondo. Un popolo minacciato o già vittima di uningiusta aggressione, se vuole pensare e agire in modo cristiano, non può rimanere in questo stato di indifferenza passiva, più la solidarietà della famiglia dei popoli contro gli altri a comportarsi come semplici spettatori, in un atteggiamento dimpassibile neutralità".

Nel gennaio del 1950, Soragna si era ritirato per avanzata età e anzianità di servizio, ma è rimasto in diretta lambasciata presso la Santa sede fino al 24 aprile 1952. In questo breve intermezzo è stato quello in carica, assolutamente riservata e straordinaria, per fare quattro interviste, luglio-agosto 1951, i rappresentanti del governo jugoslavo per la risoluzione della questione triestina. I colloqui non hanno portato al risultato immediato, ma è stato importante per la risoluzione del problema, che sarebbe realizzato tre anni dopo il Memorandum di Londra del 5 ottobre 1954.

Anche gli utenti hanno cercato:

antonio meli lupi di soragna, diplomatici jugoslavi. antonio meli lupi di soragna,

Dizionario

Traduzione
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →