★ Asprilio Pacelli - compositori di scacchi polacchi ..

                                     

★ Asprilio Pacelli

Asprilio Pacelli iniziò il suo apprendistato come un puer cantus nella cappella Giulia, a Roma, divenne poi maestro presso la chiesa di S. Maria in Monserrato, da settembre 1589 a settembre, 1593, e, successivamente, la Chiesa della SS. Trinità dei Pellegrini dal 1594. Maestro di cappella presso il Collegio Germanico, il 19 maggio 1595, sembra che nel 1601 riceve il permesso di uscire per una visita a Varsavia. Il 2 marzo 1602, ha accettato lincarico di maestro di cappella della basilica di San Pietro, ma mantenendo ancora per un po, perché è già il 1 ° gennaio dellanno successivo, il suo posto è stato nominato Francesco Soriano. Nel 1603 si trasferisce, infatti, a Varsavia, raccogliendo linvito di Sigismondo III di diventare il maestro della cappella reale, dove il compositore rimarrà fino alla morte, circondato dalla stima generale. In segno di ammirazione, il re ha scolpito per la tomba, un busto di marmo e poi distrutto nel 1944, con il quale ha ordinato di incidere parole di lode per la sua arte, erudizione, e ingegno, giudicata superiore a quelli di tutti i musicisti contemporanei. La cappella musicale di Sigismondo godeva di grande prestigio e ha ospitato diversi compositori italiani, prima di Pacelli aveva avuto lo stesso post di Luca Marenzio e la volontà nel 1626 Marco Scacchi, allievo di Giovanni Francesco Anerio, a sua volta maestro di cappella presso la corte di polonia. Linfluenza della cultura italiana in musica internazionale, era già il più significativo e importante posizione contribuito alla sua ulteriore diffusione.

                                     

1. Funziona. (It works)

Musica sacra. (Sacred music)

  • 20 mottetti, per diverse voci in diverse edizioni 1604, 1609, 1612, 1613, 1614, 1617, 1621.
  • 4 canzoni spirituali, il 1591 e il 1592.
  • Missae, Venezia, 1629. (Missae, Venice, 1629)
  • Molti mottetti, e altre opere, in parte perduta.
  • Bogu w Trójcy jedynemu Swiętemu Śtanisławowi Patronowi Polskiemu Tablica Obiecana Canti in onore di San Stanislao, Cracovia, 1611.
  • Missa de Passione Domini, attribuita a Pacelli A. Paszkiewicz.
  • Sacrae cantiones, Venezia, 1608.
  • Chorici salmi et motecta liber primus, Roma, 1599.
  • Motectorum et salmi, liber primus, Roma, 1597.
  • Salmi, Magnificat et motecta, Francoforte, 1608.

La musica profana. (Secular music)

  • I madrigali del suo secondo libro, stampato a Francoforte, perso.
  • Madrigali libro primo, Venezia, 1601.

Anche gli utenti hanno cercato:

asprilio pacelli, compositori di scacchi polacchi. asprilio pacelli,

Dizionario

Traduzione