★ Guerrino Striuli - editori jugoslavi ..

                                     

★ Guerrino Striuli

Guerrino Striuli inizia molto giovane a giocare nelle squadre della sua città, prima sui campi degli oratori di Don Bosco e quindi con il San Donà. Nel 1935, al pari di molte imprese in veneto, San Donà, non è in grado di iscriversi al campionato e Striuli si trasferisce a Jesolo, lunica squadra del Basso Piave registrata in campionato, nonostante la loro Propaganda. Registrato da Venezia, e viene dato in prestito lanno seguente, le Leghe di Marghera, una squadra minore veneziana partecipante, sempre nel campionato di Propaganda.

Nel 1937 fu liberato da Venezia, e torna tra le file della neonata San Donà nel frattempo, dopo unannata nel campionato di Propaganda è registrato in Seconda Divisione. Sarà unannata importante, visto che con la lazio Striuli, vince il campionato 1937-38 ottenere la promozione in Prima Divisione. Perché il servizio militare non giocare con il San Donà in Prima Divisione, sostituito dal cugino Jordan. Bojan interpreterà uno dei file della Saffa Magenta in Prima Divisione, in Lombardia. Nel 1939, torna al San Donà, nel frattempo promosso in Serie C. la squadra di casa giocherà un brillante campionato, tanto che alla fine della stagione si sposta con il compagno di squadra Severino Pavan a Trieste.

Dalla Serie C alla Serie A, il salto è notevole, ma allinterno di una squadra molto rinnovata Striuli riesce a ritagliarsi un posto da titolare. Già al quinto giorno, ha fatto il suo esordio in Serie a, è il 3 novembre 1940 e Trieste ottenuto un ottimo pareggio per 1-1 di distanza, allo Stadio di San Siro contro il Milan, nome italiano, secondo i dettami del tempo nella partita. Sarà linizio di una lunga militanza che a cavallo della seconda guerra mondiale vedrà Striuli diventare uno dei giocatori simbolo della squadra alabardata. Alla fine della prima stagione saranno 21 presenze in prima squadra, 26 nel secondo. Triestina riesce sempre a mantenere la categoria, anche se nella terza stagione, la Serie A 1942-43, è costretto a degli spareggi salvezza con Venezia e Bari.

Dal 1943 lavvicinarsi della guerra ha pesanti ripercussioni sul mondo del calcio, tanto che i campionati si sono limitati a realtà territoriali, Striuli rimane a Trieste, in competizione nella cosiddetta Campionato del nord Italia. Il Torneo è ricordato anche da gente del posto per la gara in fase inter-regionale contro Venezia, 11 giugno 1944, che ha visto le due squadre di scendere in campo nonostante il giorno prima che la città di Trieste era stata duramente colpita da un bombardamento che ha causato decine di morti. Tra i giocatori che sono scesi in campo anche Guerrino Striuli.

Inevitabilmente, lattività di calcio è quindi sospesa. La ripresa dopo la guerra Trieste era una situazione complicata, perché la città occupata dagli alleati e con i vicini di casa iugoslava di avanzare rivendicazioni territoriali. In questo primo campionato nazionale diviso in due grandi raggruppamenti, Trieste partecipa al gruppo alta Italia. La grande difficoltà logistiche di giocare a Trieste, tanto che Striuli giocare solo 3 delle 26 gare dalla Triestina. Molto meglio nella prossima stagione, quando la alabardati, allenato da Mario Varglien iscriversi al nuovo campionato di serie A un unico gruppo in cui Striuli terrà 36 incontri su 38. Ma la guerra ha lasciato enormi problemi in azienda di trieste, tanto che inizialmente non sapevo neanche di avere lautorizzazione della locale autorità alleate per giocare le gare a Trieste. Così, tra i vari problemi che il campionato nazionale è stato, Striuli, e compagni, molte delle gare interne giocato a Udine. Alla fine della stagione, Triestina arrivata ultima in classifica, ma è riuscito a ottenere dalla Federazione per essere riammesso in serie A per lostracismo politico sofferto durante la stagione appena conclusa.

Nel successivo campionato di Serie Nel 1947-48 Striuli è stato confermato in quello che sarà un nuovo ri-fondazione, con la direzione tecnica è affidata a Nereo Rocco, che ha iniziato la carriera come allenatore nella sua Trieste, stabilendo, tra le altre cose formata una forte amicizia con Striuli che durò tutta la vita. E solo in quellannata in cui Trieste era inserito in un sistema di alabardati ha ottenuto il miglior risultato di sempre nella massima serie, in arrivo, secondi, pari con Milan e Juventus, anche se lontano dal Grande Torino, che ha vinto il titolo. In porta Striuli giocato tutte le 40 gare in programma, contribuendo in modo sostanziale con le sue sfilate, e la lunga imbattibilità alabardata di quindici gare. Il suo coinvolgimento con la Triestina concluso la stagione seguente, 1948-49, la sua ultima gara è stato il 5 giugno 1949, che ha visto la Triestina sconfitta in casa contro il Modena per un 1-2. Una carriera che dura da otto anni, che ha visto Striuli difendere il porto di Trieste 189 volte in campionato e 2 volte in Coppa italia.

Striuli chiuderà poi la sua carriera agonistica, giocare in B nellArsenal Taranto e in Serie C nella brighton & hove albion, dove ricoprirà il doppio ruolo di giocatore-allenatore. Lanno successivo si tornerà a San Donà allenandolo nel campionato di Serie C 1951-1952, sarà linizio di una carriera da allenatore, anche se solo a livello locale, visto Striuli rimanere per diversi anni nel mondo del calcio.

Anche gli utenti hanno cercato:

guerrino striuli, editori jugoslavi. guerrino striuli,

Dizionario

Traduzione
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →