★ Marco Scacchi - compositori di scacchi polacchi ..

                                     

★ Marco Scacchi

Ha studiato sotto la guida di Giovanni Francesco Anerio a Roma. Nel 1621, a circa spostata a Varsavia per entrare come violinista al servizio del principe Ladislao IV, figlio di Sigismondo III re di Polonia. Quando nel 1632, Ladislao divenne re di Polonia, Scacchi divenne maestro di cappella della corte polacca, mantenendo questa carica fino al 1649. In questo periodo ebbe come allievo Kaspar Förster il Giovane.

Il 4 settembre 1636, con la sua opera Il ratto di Elena, su libretto di Virgilio Puccitelli, è stato inaugurato il teatro del palazzo del tribunale di Vilnius, costruito dallarchitetto e scenografo Agostino Locci, a nome di Ladislao IV, re di Polonia e Lituania. È probabile che gli Scacchi ha messo in musica tutte o parte delle opere su libretto di Puccitelli, rappresentato alla corte di Varsavia dal 1637 al 1640.

Nel 1643, ha criticato pubblicamente la raccolta Psalmen Davids 1640 dellorganista di Danzica, Paolo Siefert, dando alla luce il libello polemico Cribrum musicum annuncio triticum siferticum "Setaccio musicale di grano Siefert". Nel suo scritto, Scacchi accusato di Siefert, allievo di Sweelinck, hanno scarsa tecnica di composizione, dimostrando che non era in grado di comporre correttamente anche nel tradizionale stile che tanto aveva strenuamente difeso, e utilizzato in modo improprio nei salmi, le figure e i colori non sono adatti per lo stile nella cappella dei salmi. Sono nato in unastiosa polemica, alimentata non da ultimo il fatto che il Cribrum musicum è stato dedicato a Kaspar Forster il vecchio, padre di un suo alunno, che ventanni prima aveva sconfitto Siefert in un concorso per il posto di Kantor a Danzica. La controversia si protrasse per qualche tempo. Due anni più tardi, Siefert risposto pubblicazione a Scacchi il suo libello Anticribratio musica avenam scachianam "Controsetacciatura musica dellavena Scacchi", concentrandosi sui problemi del contrappunto imitativo, ma senza addebitare alcun consenso tra i musicisti del tempo, chiamati a esprimere un parere, tra cui Heinrich Schütz.

Come avrebbe chiarito meglio la Breve discorso sulla musica moderna, dedicata a Giovanni Casimiro II, re di Polonia, gli Scacchi non era necessariamente il ricorso a procedure di composizione della "seconda pratica" sarebbe secolarizzato, la chiesa, la musica, la conformità con le regole del "fare pratica" non dovrebbe, tuttavia, negare compositori la possibilità di approfittare delle possibilità offerte dalla "seconda pratica". Tutta la questione - secondo il gioco degli Scacchi - potrebbe essere risolto facendo una distinzione tra stili musicali e poi pratica. Egli propone, pertanto, di una classificazione sulla base del quale è stato distinto in primo luogo stylus antiquus e stilo modernus, che, nella sua visione coincide con la prima e la seconda pratica, come definito da Claudio Monteverdi in polemica con Giovanni Maria Artusi. Successivamente è stata articolata in un sistema basato sulla funzione della musica nella stilo ecclesiastico, stilo cubicularius camera da letto e stilo indagine della classificazione degli stili che ha avuto influenza tra i musicisti delle generazioni successive, tra cui Christoph Bernhard, nel Tractatus compositionis augmentatus, e lallievo Angelo Berardi, nei trattati di Ragionamento musicale 1681 e Miscellanea musicale 1689. Linfluenza degli Scacchi, lo sviluppo di composizione in Germania ha avuto effetto vasto e immediato. Di particolare importanza è stato luso, ha praticato e difeso in polemica con Siefert, del tono di risposta nei passaggi fugati, che era stato determinante nel trasformare il procedimento imitativo contrappunto rinascimentale con quelli della fuga età del barocco.

Nel 1649, ha lasciato il tribunale di Varsavia e il suo ritorno in Italia, si ritirò a vivere nella sua nativa Gallese. Negli ultimi anni di vita era come studente, Angelo Berardi, che più volte ci ricorda nella sua opera teorica.

Il Gallese, il paese della sua nascita, il museo è stato chiamato dopo di lui, ogni anno si svolge il festival di musica barocca "Marco Scacchi"

                                     

1. Funziona. (It works)

Scacchi fu un compositore prolifico. Scritto masse, madrigali, mottetti. Di lui abbiamo ricevuto le seguenti opere:

  • Missarum quatuor vocibus liber primus, dedicato a Ladislao IV, re di Polonia, contenente quattro messe.
  • Canones nonnulli super arie quasdam musicales D. ni Christophori Werneri, chori compositore annuncio D. Catari Gedani moderatoris dignissimi composito ac, artificiale trattati, Königsberg, P., Mense, 1649.
  • Missa omnium tonorum pro electione regis Poloniae Casimiri, 3 cori e strumenti di Berlino, Staatsbibliothek.
  • Madrigali a cinque voci concertato per essere cantata, sugli strumenti.
  • Missa super pacis di Berlino, Staatsbibliothek.

Altri suoi mottetti e madrigali manoscritti conservati in diverse biblioteche deuropa e damerica.

Anche gli utenti hanno cercato:

marco scacchi, compositori di scacchi polacchi. marco scacchi,

Dizionario

Traduzione