★ Košarkaški klub Crvena zvezda - imprenditori jugoslavi ..

                                     

★ Košarkaški klub Crvena zvezda

Il Košarkaški klub Crvena zvezda è una squadra di pallacanestro della serbia con sede nella capitale Belgrado. Fondata nel 1945, ha giocato la Lega Adriatica e il campionato nazionale serbo di massima divisione, la Košarkaška liga-Serbia. Per giocare i giochi, la struttura interna della Hala Aleksandar Nikolić, la cui capacità è di 8.150 posti a sedere.

È parte di sport Sportsko Društvo Crvena zvezda.

                                     

1.1. Storia. La formazione e il 10 titoli consecutivi. (The training and the 10 consecutive titles)

La Stella Rossa è stata fondata il 4 marzo 1945, come una sezione per il basket club sportivo Sportsko Društvo Crvena zvezda.

Dopo il primo campionato del dopoguerra, la Stella Rossa ha fatto il suo, consecutivamente tra il 1946 e il 1955, quando i primi dieci campionati jugoslavi annoverando tra le sue file campione indiscusso come Tullio Rochlitzer, Aleksandar Gec, Ladislav Demšar e Srdan Kalember, sotto la guida di Nebojša Popović.

Sono stati i pionieri nel gioco del basket carriera, raggiungendo risultati eccezionali, intrattendo pubblico - tra cui il Premio Nobel per la letteratura Ivo Andrić - con il loro stile di gioco avanzata per lepoca.

                                     

1.2. Storia. La flessione, lascesa e i successi europei. (The decline, the rise and successes of the european)

Dopo dieci vittorie consecutive, nel 1956, il campionato è stato vinto da Proleter Zrenjanin, e per tutti gli anni 1960, il titolo è stato una questione tra lOKK Belgrado e lAŠK Olimpija, con la formazione a tempo pieno per combattere prima per le zone alte della classifica, e poi, gradualmente, nelle zone basse.

Dopo una lunga attesa, nella stagione 1968-1969 la formazione guidata in panchina da Milano Bjegojević, con campo campioni come Vladimir Cvetković, Dragan Kapičić, Ljubodrag Simonović e Zoran Slavnić, ha fatto il suo l11º titolo dopo un lungo testa a testa con i bi-campioni consecutivi di Zara.

Quelli erano anche gli anni della prima partecipazione ad una competizione europea: la Coppa dei Campioni 1969-1970, in cui la formazione a tempo pieno, dopo aver sconfitto gli Sparta Bertange e Panathinaikos è stato eliminato nella prossima fase a gironi.

In ambito nazionale, la Stella Rossa è riuscito a fare il campionato 1971-1972 dopo lo spareggio vinto da 75 a 70 contro la Jugoplastika Spalato, e tre Coppe di Jugoslavia, 1971, 1973, 1975.

Soddisfazioni e successi sono stati conquistati nel contesto europeo. Primo, il raggiungimento della finale, persa contro la Simmenthal Milano in coppa delle coppe 1971-1972, seguita dalla semifinale di Coppa dei Campioni 1972-1973, e la vittoria, il prossimo anno, la coppa delle coppe e 1973-1974 sconfiggendo in finale il ceco Spartak ZJŠ Brno, sotto la guida del Aza Nikolić.

Anche la prossima stagione la formazione, il bianco e il rosso raggiunse la finale di coppa delle coppe 1974-1975, non riuscendo a ripetere il successo, a causa della sconfitta contro lo Spartak Leningrado che ha incluso tra le sue fila giocatori del calibro di Aleksandr Belov, e Yuri di Pavlov.

                                     

1.3. Storia. Gli anni bui. (The dark years)

Da allora, il team non è riuscito a tornare ai fasti del passato. In casa, la squadra ha iniziato a viaggiare per il centro classifica, e anche lintroduzione dei play-off a partire dalla stagione 1981-1982 migliorato la situazione, con la squadra che ha raggiunto la finale per il titolo in quattro occasioni, ma sono stati sconfitti da Cibona Zagabria due volte, dal Partizan Belgrado e la Jugoplastika Spalato.

Nel contesto europeo, invece di formazione a tempo pieno raggiunto quattro volte in semifinale di Coppa Korać nel 1980-1981, 1981-1982, 1984-1985 e 1987-1988, e nella stagione 1983-1984 perso la finale di Parigi contro il Pau-Orthez per 73 a 97.

                                     

1.4. Storia. Il ritorno al successo. (The return to success)

Dopo la dissoluzione della Jugoslavia, il nuovo campionato è diventato praticamente una gara a tre squadre: Partizan Belgrado, Budućnost Podgorica e precisamente la Stella Rossa.

La prima edizione del nuovo campionato è stato vinto con una sorpresa. il Partizan grazie allapporto di giocatori del calibro di Saša Obradović, Predrag Stojaković e Dejan Tomašević, sotto la guida di Vladislav Lučić.

Il successo si è ripetuto anche nella prossima stagione, ma da allora sono iniziati i primi problemi economici del club, che è culminata con una retrocessione nella stagione 1996-1997, ha chiuso al 12 ° posto. La stagione successiva la squadra che non ha vinto solo il campionato ma anche raggiunto la finale di Coppa Korać, dove ha perso solo 3 punti contro la Mash Verona-Mike Iuzzolino e Randolph Chiavi: il mix di giocatori giovani come Milenko Topić, Vladimir Kuzmanović entrambi provenienti dal defunto BFC Beočin e veterani come Jovo Stanojević e Igor Rakočević rappresentata la migliore formazione per il bianco e il rosso del decennio.



                                     

1.5. Storia. La nuova crisi in sport e economica. (The crisis in the sport and economic)

Allinizio del 2002, imprenditori e leader politici legati al Partito Democratico serbo, come Živorad Andelković, Goran Vesić, e Igor Žeželj avvicinato al club con il lancio del progetto "Evropska ZVEZDA" srb. "In europa la Stella Rossa" per tornare alla formazione a tempo pieno nella massima competizione europea, lEurolega. Tuttavia, se si escludono le due vittorie di Coppa di Serbia e Montenegro nel 2004 e nel 2006, il progetto si è concluso con un sostanziale fallimento.

Con garantire la dissoluzione della Serbia e del Montenegro, il team serbo spostato il Košarkaška liga-Serbia, ma il club non migliorare i risultati, anche con larrivo in panchina di Svetislav Pešić e con larrivo di buoni giocatori come Nemanja Bjelica, Vladimir Štimac, Lawrence Roberts, Marko Kešelj, mentre i problemi finanziari del club si fa sempre più pressante. La crisi culminata nel 2010 con le dimissioni dellintero consiglio di amministrazione, preludio di una procedura fallimentare. Nellottobre dello stesso anno fu sanciato dal tribunale amministrativo a Belgrado, la Stella Rossa, in qualità di ente sportivo, si può evitare il fallimento.

                                     

1.6. Storia. La fusione con il MOVIMENTO Železnik, e i nuovi successi. (The merger with the MOVEMENT Železnik, and the new hits)

Nellestate del 2011 con un debito di 15 milioni di dollari, la sopravvivenza della squadra è stata molto incerta. Su agosto 12, 2011, Stella Rossa e FMP Železnik integrato ed è stato nominato il nuovo Presidente Nebojša Čović, ex Primo ministro della Serbia e del Sindaco di Belgrado. Il nuovo Presidente, mentre immediatamente un programma di consolidamento economico e di ripristino dello sport, ricordando Svetislav Pešić, anche se i risultati non sono stati quelli attesi.

La stagione seguente la squadra è stata rafforzata dal ritorno per la terza volta, Igor Rakočević e dagli innesti di DeMarcus Nelson, Elton Brown, Raško Katić e Boris Savović, riuscendo a vincere, sotto la guida di Vlada Vukoičić la Coppa di Serbia 2013, e per raggiungere la finale di Adriatic League 2012-2013, in cui ha perso contro il Partizan per 63 a 71, ma che gli è valso la qualificazione per lEurolega 2013-2014 dopo quindici anni di assenza.

Ulteriormente rafforzata con larrivo di Charles Jenkins, Blake Schilb, Jaka Blažič e Boban Marjanović, di formazione, a tempo pieno, condotto da Dejan Radonjić, è stato eliminato nella fase a gironi, ma recuperato in Eurocup 2013-2014, semifinale, poi persa contro i russi dellUNICS Kazan. Di nuovo sconfitta nella finale per il titolo, i cugini del Partizan, la formazione a tempo pieno, si potrebbe prendere il massimo comfort, grazie alla vittoria della seconda Coppa di Serbia in una riga.

Sulla base di un nucleo già altamente competitivo, larrivo di Marcus Williams, e della nazionale serba Nikola Kalinić e Stefan Jović ha fatto fare il definitivo salto di qualità alla formazione di bianco e di rosso che ha fatto suo il campionato serbo-2014-2015 - dopo la lunga dominazione dei Partizan -Adriatic League 2014-2015, e la Coppa di Serbia nel 2015. Anche in Eurolega 2014-2015 la formazione che Ha fatto valere arrivando dietro di allOlympiacos Pireo, e davanti al Laboral Kutxa Vitoria e il Galatasaray Liv Hospital Istanbul nella prima fase, e poi, venendo eliminato per la TOP 16.

Nella stagione 2016-2017, guidati dal confermato tecnico Dejan Radonjić, ottenere molti successi. La squadra ha vinto la Coppa di Serbia, battendo in finale il Partizan. Ha vinto la Lega Adriatica, sconfiggendo in finale di tre giochi a zero, il Cedevita Zagabria. In campionato si qualifica per i play off, dove leliminazione in semifinale per due partite a zero, il Košarkaški klub Mega Lek Beograd e nel finale di tre giochi a zero, il Košarkaški klub FMP Belgrado ha vinto il titolo nazionale.



                                     

2. Allenatori. (Coaches)

Il primo allenatore di club è stato Nebojša Popović, che ha portato la squadra per dieci stagioni in cui ha vinto molti titoli. Milano Bjegojević vinto il campionago jugoslava 1968-1969, mentre Bratislav Dordević per 1971-1972.

Il solo titolo internazionale, la coppa uefa coppa 1973-1974 è stato vinto sotto la guida Aza Nikolić.

Vladislav Lučić ha guidato la formazione a tempo pieno con la vittoria di tre YUBA liga 1992-2006.

Aza Nikolić è dal 1998 membro della Hall of Fame. Lo stesso Nikolić con Ranko Žeravica sono nella FIBA Hall of Fame.

Sempre Aza Nikolić è tra i 50 collaboratori più importanti della storia dellEurolega.

Cronologia degli allenatori
                                     

3. I giocatori di basket. (Basketball players)

Ci sono tanti campioni che hanno indossato la maglia della Stella Rossa, e hanno ricevuto premi, onorificenze e riconoscimenti con la veste di bianco e di rosso.

Zoran Slavnić è dal 2013 FIBA Hall of Fame.

Stelle di Stella Rossa. (Stars of Red Star)

Nella lunga tradizione della Stella Rossa è stato istituito, il titolo di Star del Red Star Zvezdina zvezda per quei giocatori che hanno onorato la storia del club, e che con il loro gioco e il talento hanno reso famoso il team del mondo. In totale, ci sono solo otto i giocatori che ufficialmente hanno ricevuto questo onore:

                                     

4. Lega. (Alloy)

Nazionale. (National)

  • YUBA liga: 12.
1946, 1947, 1948, 1949, 1950, 1951, 1952, 1953, 1954, 1955, 1968-69, 1971-72
  • YUBA liga: 3.
1992-93, 1993-94, 1997-98
  • Campionato Serbo: 5. (Championship Serbian: 5)
2014-2015, 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018, 2018-2019
  • Coppa di Jugoslavia: 3.
1971, 1973, 1975
  • Coppa di Serbia e Montenegro: 2.
2004, 2006
  • Coppa di Serbia: 4.
2013, 2014, 2015, 2017

Internazionale. (International)

  • Coppa delle coppe: 1.
1973-1974
  • Lega Adriatica: 4. (Adriatic League: 4)
2014-2015, 2015-2016, 2016-2017, 2018-2019
  • Super Lega Adriatica: 1.
2018
                                     

5. Cheers

I Delije serbo: Делије, che è, Gli eroi sono i fan della sezione calcio della polisportiva della Stella Rossa, anche se in genere con tale nome vengono identificati tutti i tifosi della Stella Rossa.

Il più accese rivalità a livello nazionale, è quello con il Partizan Belgrado, accentuata dalle differenze politiche tra i due regimi che si traducono in episodi violenti in occasione degli incontri tra le due squadre sono chiamati Derby signore.

Anche gli utenti hanno cercato:

košarkaški klub crvena zvezda, imprenditori jugoslavi. košarkaški klub crvena zvezda,

Dizionario

Traduzione
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →