★ Claude Aveline - poeti jugoslavi ..

                                     

★ Claude Aveline

Eugène Avtsine è nato nel 1901 a Parigi, dove i suoi genitori si erano stabiliti nel 1891 per sfuggire alla segregazione razziale, di cui sono stati vittime in Russia. Tutta la famiglia ottiene la nazionalità francese nel 1905. Dopo i primi anni di scuola a Parigi, prima presso il lycée Henri-IV, poi, quando i genitori si trasferisce a Versailles, il lycée Hoche, Eugène Avtsine nel 1915 aiuto-infermiere volontario a Dinard, e poi è andato a Janson-de-Sailly, ma la sua salute si è deteriorata e ha dovuto abbandonare gli studi. Ripresili, non poteva finire il Primo anno di scuola superiore e ha soggiornato nel 1918 e nel 1919 a le Cannet, vicino a Cannes. Fu lì che iniziò a scrivere, adottando lo pseudonimo di Claude Aveline.

Lanno 1919 vide lapparizione delle sue prime poesie per la rivista. Al di sopra di tutti, alletà di processo allassassino di Jean Jaurès, fa la conoscenza di Anatole France, che lo accolse nella sua intimità, fino alla sua morte nel 1924, e di cui ha cessato di servire lopera e la memoria, per esempio, con la celebrazione del suo centenario in tutto il mondo come simbolo di Liberazione e con la raccolta dei suoi articoli, politica e sociale Trente ans de vie sociale, 4 volumi. Nel 1920, una ricaduta led Claude Aveline in montagna. Al suo ritorno a Parigi, divenne segretario di uno studioso, il fondatore della prima in questa serie per amanti dei libri modesti. Così fece, e il suo apprendistato come un editore di arte, che hanno deciso di diventare uno nel suo tempo, e ha risposto a un invito che è stato diretto a scrivere La Merveilleuse Légende du Bouddha, La Doppia Mort de Frédéric Belot, che ha dato al genere poliziesco "il suo certificato di nobiltà" Boileau-Narcejac. A partire dal 1934, in anni e anni di instabilità politica e sociale, egli era presente, senza aderire a nessun partito, ma "il compagno di viaggio" dei comunisti, per il processo dei minatori di Oviedo, nel 1935, la costituzione delle Case della Cultura, e ha partecipato a numerosi incontri e convegni, come quello degli Scrittori per la difesa della cultura a Valencia e Madrid, in piena guerra civile, nel 1937, il suo intervento sarebbe composto, e più tardi, la raccolta di devoirs de lesprit 1945. Claude Aveline pubblicato anche un romanzo Le Prisonnier 1936, che, si sostiene, anche, di Albert Camus è stato ispirato a scrivere il suo LÉtranger, quindi un nuovo polizioesco.

Nel 1939, Claude Aveline, mobilitati, su richiesta, a Versailles è collegato a Nicolas Grésy, che divenne suo figlio adottivo scomparso nel 1977. Infine riformato, a partire dallagosto del 1940, ha fondato con Jean Cassou e Marcel Abramo, "delusi" per il loro pubblico, di funzioni, di un piccolo gruppo che si è venuto presto in contatto con "la rete del musée de lHomme", organizzato da Boris Vildé e Anatole Lewitsky. Un francese agente della Gestapo avrebbe smantellato la rete: più di un centinaio di arresti nel corso del 1941, dieci condanne a morte, e sette esecuzioni nel 1942. Nel 1941 Aveline lasciato Parigi per trovare Martin-Chauffier a Lione. Stabilito in Collonges-au-Mont-dor, la loro casa è diventata uno dei principali luoghi diincontro della zona. Claude Aveline partecipò alla fondazione della "Combattimento" e si impegna a contatto della metropolitana di movimenti sempre più numerosi. LAbonné de la ligne U, il terzo, un detective story scritta da lui, che si è scontrata con il rifiuto della censura in tedesco e pubblicato solo dopo la Liberazione. Nel 1943, con lintera Francia occupata, Aveline è andato a nascondersi sotto il nome di Louis-Marie Martin, grazie a un opuscolo, il militare è scaduto, e sfuggito per miracolo a un arresto nellaprile del 1944, e ha raggiunto Arras. Nello stesso anno ha pubblicato Le Temps mort con lo pseudonimo di "Minervois".

Claude Aveline, ha ripreso la sua attività di Liberazione: scritti di circostanza, eventi, franciane, conferenze allestero, la lAOF nel 1946 per lalliance française, poi il Medio Oriente. Nel 1948, fu uno dei primi titisti dopo la scomunica da parte di stalin, e due anni più tardi, rimanendo in Jugoslavia. I problemi di salute seguita enucleazione dellocchio destro. Claude Aveline riceve nel 1952, il Grand Prix de la Société des gens de lettres per la totalità del suo lavoro. È stato membro del Consiglio esecutivo della Société européenne de culture, fondata a Venezia nel 1950 da Umberto Campagnolo, che, nel mezzo della guerra fredda, ha avuto come obiettivo la creazione di un dialogo tra i popoli. Gli ultimi due volumi della Trilogia è apparso nel 1952 e nel 1955. Si dedicò olse poi larte radio Le bestiaire inattendu e Cest vrai, mais il ne faut pas le croire che gli è valso il premio Italia. Durante i venti anni successivi, ha continuato la sua esperienza in tutti i generi che il microfono in grado di proporre. Nel 1976, la Société des auteurs dramatiques ha dato il Prix de la Radio. Nel 1957, ha pubblicato Les Mots de la fin, 750 parole di morire famoso, di cui 150 diventato capitoli letti in onda dallautore.

A partire dal 1956, Claude Aveline chiese ai suoi amici pittori disegnare o dipingere il Ritratto de lOiseau-Qui-NExiste-Pas, una poesia che aveva scritto nel 1950, ora tradotto in 55 lingue di recupero in De. Attraverso i suoi 108 ritratti realizzati da artisti così diversi tra loro come Henri-Georges Adam, Atlan, Bertholle, Roger Bissière, Chastel, Léon Gischia, Mario Prassinos, Musica, Gustave Singier, Maria Elena Vieira da Silva, o Jacques Villon, il complesso è unantologia unica pittura degli anni cinquanta e sessanta su un unico tema attorno al quale ritrovarsi figurativa e surrealista, camere non-figurativa e astratta. Nel 1963 Aveline e stato un regalo per il Musée dart moderne a Parigi, dove è stata esposta prima di essere trasferito al Centro Pompidou, che ha presentato di nuovo nel 1978. Quasi ventanni dopo, un nuovo set di conte 86 ritratti, rappresentante degli anni settanta e ottanta.

Nel 1970 LOeil-de-chat, lultimo del suo delitto, sembra essere il più "classica" della Suite. Nel 1973, in un lungo poema, Monologo pour un disparu, chiamò il suo amico, Jacques Leone, che fu ucciso ad Auschwitz. Nello stesso anno, Haut Mal des créateurs è destinata ad essere un "meditazione polemiche" sullevoluzione delle lettere e delle arti negli anni sessanta. Dal 1974, Claude Aveline, ha intrapreso la scrittura delle sue memorie. Durante un tour del Canada nel 1960, la traversata delle Montagne Rocciose in un treno a led per una visione fantastica che ossessionò per quindici anni prima di diventare una realtà in Hoffmann Canada, il testo per la radio, poi, nel 1977, nel suo ultimo romanzo. Nel 1978, Claude Aveline è stato presso la biblioteca di Versailles, un fondo che raccoglie le sue opere, i suoi scritti, i suoi libri con dediche, la corrispondenza, le decine di migliaia di volumi della sua biblioteca, e il suo busto, realizzato da Zadkine, lultima opera dello scultore "io sono lultimo Zadkine", si rese conto dolorosamente, in un omaggio scritto dopo la sua morte nel 1967.

Negli anni 80, mentre per circa una trentina di suoi libri sono stati pubblicati o ripubblicati, che è la polizia di collane tasca, Claude Aveline finito un "personaggio", Trésors de la Connivence. La vie et loeuvre du P r Lembourg, aggiunto alle riflessioni di Avec toi-même et coetera le osservazioni di De fil en aiguille aux Apprêts de lAprès, pubblicato lultimo omaggio al suo maestro, Anatole France Le Vivant, ha continuato i suoi ricordi, e ha ricevuto il Prix international de la Société européenne de Culture, 1986. Dal 1968, Aveline in pratica quello che Jean Cassou chiamato "marcatore a vernice" e ha fatto centinaia di disegni che sono stati esposti in gallerie darte a parigi, Bruxelles, Lubiana, Zagabria o Belgrado. "Saluto i giochi di linee come ho copiaccio dei giochi di parole", ha detto, mescolando e facendo dialogo per limmagine e il titolo, spesso divertente, dando, autentico, "una poesia in sé". Nel 1991 è stato presentato con una mostra retrospettiva al museo Bourdelle di Parigi, alcuni mesi dopo la sua morte.

                                     

1.1. Funziona. La Vie de Philippe Denis

  • Edizione completa in un unico volume, Del Duca, 1963.
  • Madame Maillart, 1930.
  • Les Amours et les haines, 1952.
  • Philippe, 1955.
                                     

1.2. Funziona. Suite policière

  • Il Jet deau, 1947.
  • LOeil de chat, 1970, 10-18, 1984.
  • Edizione completa in un volume, intitolato Suite policière, seguito da un Doppio note sur le roman policier e una Confessione policière, Mercure de France, 1987 ISBN 2715214588.
  • LAbonné de la ligne U, 1947, in-Folio, Gallimard, 1973.
  • La Doppia mort de Frédéric Belot, 1932, 10-18, 1984.
  • Voiture 7 15, 1937, 10-18, 1984.
                                     

1.3. Funziona. Racconti brevi e novelle. (Short stories and novellas)

  • Baba Diène et Morceau de Sucre, 1937, illustrato da Jean Bruller, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Vercors, Gallimard.
  • Le Temps mort et autres récits, 1944 clandestina, con lo pseudonimo di "Minervois" e il 1962.
  • Histoires notturni et fantastiques, La Tuilerie, Tropicale, 1987 ISBN 2906021032.
  • LHomme de Phalère, Emile-Paul, 1935.
                                     

1.4. Funziona. Saggi e memorie. (Memories and essays)

  • Et tout le reste nido rien La Religieuse portugaise, 1951, Mercure de France, 1986.
  • Il code des jeux, 1961, Le Livre de Poche, 1972.
  • De fil en aiguille aux apprêts de lAprès, Corti, 1987, ISBN 2714301606.
  • La Promenade égyptienne, 1934, Renaudot et Cie, 1988 ISBN 2877420019.
  • Le Haut Mal des créateurs ou Le Complexe dun siècle inexistant, Jacques-Antoine, 1973.
  • Les mots de la fin, Hachette, 1957.
  • Avec toi-même et coetera, 1944, Mercure de France, 1963.
  • Moi par un Autre, chronique dune enfance et dune adolescenza dans les XX premières années de ce siècle, con la partecipazione di Nicole Toussaint du Eri, Pierre Bordas et Fils, 1988 ISBN 2863111701.
  • Célébration du Lit, Robert Morel, 1966.
  • Plus carattere dei veri dogues soi que Les rapports du romancier et de ses personaggi, 1946, La Tuilerie Tropicale, 1988.
  • Les devoirs de lesprit, Grasset, 1945.
  • Le Roman dune Ville de France La Charité-sur-Loire, 1924, 1983. Le livre dhistoire-Lorisse, 2006.
  • La Merveilleuse Légende du Bouddha, 1928, Associazione Claire-Lumière, 1990 ISBN 2905998067.


                                     

1.5. Funziona. Poesie. (Poems)

  • Ho lImene, suivi de Canti funèbres, 1925, Éditions de lOrycte, 1980.
  • De Corti, 1967.
  • Monologo pour un disparu, Edizioni di Saint-Germain-des-Prés, 1973.

Claude Aveline ha pubblicato testi su Anatole France e lo scultore Antoine Bourdelle.

                                     

2. Claude Aveline

  • Les peintures au feutre de Claude Aveline, con una prefazione di Rhodia Dufet-Bourdelle, testi di Jean Cassou, Claude Aveline, e di Michel Georges Bernard, Musée Bourdelle, 1991, 48 p. ISBN 2879000297.
  • Domenico Canciani, Lesprit et ses devoirs, Ecrits de Claude Aveline 1933-1956, Padova, Il poligrafo, e Parigi, Séguier, 1993, 304 p. ISBN 887115021X.


Anche gli utenti hanno cercato:

claude aveline, poeti jugoslavi. claude aveline,

Dizionario

Traduzione
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →